Il Perugia a Monza con De Luca a rischio ma recupera Matos e Falzerano

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Perugia a Monza con De Luca a rischio
ma recupera Matos e Falzerano

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Serenità, entusiasmo, voglia di crescere: sono questi gli stati d’animo del Perugia alla ripresa delle … ostilità, dopo la lunga pausa.

Sui contrattempi subiti (che hanno riguardato Marcos, Falzerano, Santoro, Murgia, Fulignati) Massimiliano Alvini glissa spiegando che “fanno parte del lavoro di ogni allenatore” e che lui guarda ”avanti con fiducia”.

Non si sofferma neppure sull’infortunio (si teme una frattura al setto nasale), nel corso della tradizionale rifinitura, di Manuel De Luca che rischia di non giocare a Monza, ma comunque è stato convocato (per sicurezza é partito anche il giovanissimo Sulejmani, maglia numero 92).

“Noi abbiamo rispetto grande del Monza non solo per le 7 vittorie interne ed il pareggio conquistati in casa e per gli obiettivi che i lombardi si sono posti come la serie A, il percorso netto, il mercato…

Noi andiamo con la consapevolezza dei nostri mezzi e dei nostri punti di forza. Sappiamo bene che la squadra di Stroppa tende a dominare la partita, tuttavia noi saliamo per dare il massimo. Sono sicuro che ognuno di noi darà il meglio di se stesso”.

Monza ha giocato, sia pure uscendo sconfitta da Benevento, il Perugia non ancora. Ma Alvini dichiara che non vede vantaggi o svantaggi in situazioni del genere.

“Io non vedo l’ora di giocare. La nostra mentalità, la nostra identità non muta. In questi sei mesi di lavoro ci siamo impegnati per raggiungere certi livelli e nel cercare di migliorarci continuamente. Vedo maturità nel mio gruppo. Ed elementi giovani in crescita come Ferrarini e Ghion.

Anche per questo é piacevole, per me, allenare questi ragazzi. Le partite rinviate? Io le avrei giocate, sia pure con tutte le precauzioni e tutte le garanzie dovute. Ma sono anche pienamente rispettoso delle decisioni che vengono prese dalle autorità superiori.”

Sul terreno del mercato non si avventura. Ripete che non é tra i suoi compiti.

“Io indirizzo il mio focus, la mia attenzione esclusivamente sulle partite che ci attendono a Monza e, tra una settimana, in casa col Pordenone. Vogliamo fare bene e abbiamo fiducia di poterci riuscire.”

Sul piano pratico bisognerà vedere l’evoluzione del colpo subito in allenamento da De Luca. Se l’attaccante potrà essere utilizzato, magari con una protezione “ad hoc” o se rimarrà in tribuna.

In quest’ultimo caso prima punta sarà Jacopo Murano, col Perugia schierato col 3-5-1-1. Per fortuna Alvini all’ultimo tuffo, ha recuperato Ryder Matos. E la sua formazione non dovrebbe subire rivoluzioni o ritocchi significativi.

Da decidere saranno i ruoli di terzino destro (dove comunque la candidatura di Sgarbi appare la più convincente) ed il quinto di destra dove si disputano la maglia Aleandro Rosi e Gabriele Ferrarini.

Per il resto tutto sembra scontato con Burrai a guidare la mediana (ma Ghion scalpita) e con le mezzeali usuali (Kouan e Segre).

“Chiunque giochi – rimarca il tecnico – non cambierà l’identità della squadra, semmai può cambiare la strategia: se cioé portare una aggressione più alta sugli avversari, più bassa o, ancora, indirizzata in certe zone del campo. Io nutro piena fiducia nei miei ragazzi.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*