Chiama o scrivi in redazione


breaking news

—- Notizie in rilievo —-

Notizie umbria

Eventi in Umbria

< 2021 >
Agosto
  • 01

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    21:30 -23:30
    01/08/2021-08/08/2021

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    Dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, si terrà al monumentale organo “Tamburini” la XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo, che precede la festa del santo titolare della cattedrale di Perugia. E’ un evento che si svolge ininterrottamente da tredici anni coinvolgendo alcuni dei più noti organisti al mondo, richiamando l’attenzione di un pubblico in costante crescita.

    Anche lo scorso anno, seppur in forma ridotta a seguito della pandemia, questo festival è stato seguito e molto apprezzato, che si colloca tra due importanti appuntamenti musicali umbri: Umbria Jazz (luglio) e la Sagra Musicale Umbra (settembre). E’ un evento anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo del festival eseguito dal maestro italiano Adriano Falcioni, organista titolare della cattedrale perugina e direttore artistico dello stesso festival.  Nei prossimi giorni sarà reso noto il programma nei dettagli della XIII edizione.


  • 01

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    21:30 -23:30
    01/08/2021-08/08/2021

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    È giunto alla sua XIII edizione il Festival internazionale laurenziano d’organo in calendario dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, nella cattedrale di San Lorenzo di Perugia. Ha sfidato la pandemia svolgendosi anche nel 2020, seppur in forma ridotta. Quest’anno, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid-19, il Festival ritorna a svolgersi nella sua completezza di programma ospitando alcuni tra i maggiori maestri organisti europei come i tedeschi Johannes Geffert e Bjorn O. Wiede e l’ungherese Levante Kuzma, oltre agli italiani Emanuele Cardi, Riccardo Bonci e Adriano Falcioni, anch’essi molto noti nel panorama internazionale della musica d’organo. Il maestro Falcioni è l’organista titolare della cattedrale perugina, nonché direttore artistico del Festival.

    È un evento non solo musicale, ma anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo eseguito dal maestro Falcioni. Il Festival, fortemente sostenuto dal Capitolo dei Canonici della Cattedrale di San Lorenzo e dal suo presidente mons. Fausto Sciurpa, anticipa da tredici anni le celebrazioni laurenziane del 10 agosto in onore del santo martire e diacono a cui è intitolata la chiesa cattedrale del capoluogo umbro, dotata, dal 1967, del monumentale organo di 5178 canne suonanti costruito dalla Pontificia ditta Giovanni Tamburini di Crema su progetto di Ferdinando Germani, restaurato nel 2015. “Anche il nostro Festival – commenta mons. Sciurpa – vuole contribuire al ritorno alla vita ‘normale’, prima della pandemia, pur nella consapevolezza che non sarà immediato e per certi aspetti mai come prima, ma la musica, anche quella sacra intonata dall’organo può accompagnarci verso questo ritorno. E la XIII edizione del nostro Festival sia di buon auspicio e ad incoraggiarci è anche l’interesse crescente verso questo evento ormai parte integrante degli appuntamenti dell’estate perugina seguito da un pubblico in costante crescita”.

    L’edizione 2021conta sette appuntamenti. “Al contrario degli anni passati, dove c’era un filo conduttore generale – spiega il direttore artistico Falcioni –, quest’anno abbiamo deciso di avere sette diversi temi, uno per ogni serata. il primo appuntamento prevede le opere di Bach e Reger, i due autori che vissero entrambi a Lipsia in secoli differenti e che sono i maggiori compositori tedeschi. Con il secondo si omaggia Saint-Saëns nel centenario della morte. Passando per il concerto del ‘caleidoscopio’, un viaggio nelle scuole organistiche europee, si arriva ai tre appuntamenti finali dove tre organisti ex studenti del conservatorio di Perugia e ora in carriera, ci presentano un programma sul salmo 94, la ‘time machine’ con una evoluzione dell’organo in Inghilterra, e con il concerto di chiusura con un programma su Dante. Tra gli interpreti stranieri, un ungherese e due tedeschi, uno dei quali organista alla cattedrale di Potsdam, città gemellata con Perugia”.

    Per maggiori informazioni sul programma del Festival internazionale laurenziano d’organo, i cui concerti sono a ingresso libero, si consiglia di consultare il sito: www.cattedrale.perugia.it.

  • 02

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    21:30 -23:30
    02/08/2021-08/08/2021

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    Dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, si terrà al monumentale organo “Tamburini” la XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo, che precede la festa del santo titolare della cattedrale di Perugia. E’ un evento che si svolge ininterrottamente da tredici anni coinvolgendo alcuni dei più noti organisti al mondo, richiamando l’attenzione di un pubblico in costante crescita.

    Anche lo scorso anno, seppur in forma ridotta a seguito della pandemia, questo festival è stato seguito e molto apprezzato, che si colloca tra due importanti appuntamenti musicali umbri: Umbria Jazz (luglio) e la Sagra Musicale Umbra (settembre). E’ un evento anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo del festival eseguito dal maestro italiano Adriano Falcioni, organista titolare della cattedrale perugina e direttore artistico dello stesso festival.  Nei prossimi giorni sarà reso noto il programma nei dettagli della XIII edizione.


  • 02

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    21:30 -23:30
    02/08/2021-08/08/2021

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    È giunto alla sua XIII edizione il Festival internazionale laurenziano d’organo in calendario dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, nella cattedrale di San Lorenzo di Perugia. Ha sfidato la pandemia svolgendosi anche nel 2020, seppur in forma ridotta. Quest’anno, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid-19, il Festival ritorna a svolgersi nella sua completezza di programma ospitando alcuni tra i maggiori maestri organisti europei come i tedeschi Johannes Geffert e Bjorn O. Wiede e l’ungherese Levante Kuzma, oltre agli italiani Emanuele Cardi, Riccardo Bonci e Adriano Falcioni, anch’essi molto noti nel panorama internazionale della musica d’organo. Il maestro Falcioni è l’organista titolare della cattedrale perugina, nonché direttore artistico del Festival.

    È un evento non solo musicale, ma anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo eseguito dal maestro Falcioni. Il Festival, fortemente sostenuto dal Capitolo dei Canonici della Cattedrale di San Lorenzo e dal suo presidente mons. Fausto Sciurpa, anticipa da tredici anni le celebrazioni laurenziane del 10 agosto in onore del santo martire e diacono a cui è intitolata la chiesa cattedrale del capoluogo umbro, dotata, dal 1967, del monumentale organo di 5178 canne suonanti costruito dalla Pontificia ditta Giovanni Tamburini di Crema su progetto di Ferdinando Germani, restaurato nel 2015. “Anche il nostro Festival – commenta mons. Sciurpa – vuole contribuire al ritorno alla vita ‘normale’, prima della pandemia, pur nella consapevolezza che non sarà immediato e per certi aspetti mai come prima, ma la musica, anche quella sacra intonata dall’organo può accompagnarci verso questo ritorno. E la XIII edizione del nostro Festival sia di buon auspicio e ad incoraggiarci è anche l’interesse crescente verso questo evento ormai parte integrante degli appuntamenti dell’estate perugina seguito da un pubblico in costante crescita”.

    L’edizione 2021conta sette appuntamenti. “Al contrario degli anni passati, dove c’era un filo conduttore generale – spiega il direttore artistico Falcioni –, quest’anno abbiamo deciso di avere sette diversi temi, uno per ogni serata. il primo appuntamento prevede le opere di Bach e Reger, i due autori che vissero entrambi a Lipsia in secoli differenti e che sono i maggiori compositori tedeschi. Con il secondo si omaggia Saint-Saëns nel centenario della morte. Passando per il concerto del ‘caleidoscopio’, un viaggio nelle scuole organistiche europee, si arriva ai tre appuntamenti finali dove tre organisti ex studenti del conservatorio di Perugia e ora in carriera, ci presentano un programma sul salmo 94, la ‘time machine’ con una evoluzione dell’organo in Inghilterra, e con il concerto di chiusura con un programma su Dante. Tra gli interpreti stranieri, un ungherese e due tedeschi, uno dei quali organista alla cattedrale di Potsdam, città gemellata con Perugia”.

    Per maggiori informazioni sul programma del Festival internazionale laurenziano d’organo, i cui concerti sono a ingresso libero, si consiglia di consultare il sito: www.cattedrale.perugia.it.

  • 02

    Gli avvenimenti in agenda per lunedì 2 agosto 2021 in Umbria

    Tutto il giorno
    02/08/2021

    Gli avvenimenti in agenda per lunedì 2 agosto 2021 in Umbria

    PERUGIA – salone d” Onore di Palazzo Donini – ore 10 – Presentazione della rassegna “Isola del libro Trasimeno” (12 agosto-26 settembre), dal titolo “Avanti Covid – Dopo Covid”. –

    CITTÀ DI CASTELLO – sala del Consiglio comunale – ore 11 – Conferenza stampa di presentazione del 54ø Festival delle Nazioni, dedicato alla Norvegia, che si svolgerà dal 20 agosto al 18 settembre. (ANSA).

    Foto di Olya Kobruseva da Pexels

  • 02

    Isola del libro Trasimeno, presentazione programma

    10:00 -12:00
    02/08/2021

    Isola del libro Trasimeno, presentazione programma

    ‘Avanti Covid – dopo Covid’, è il titolo della nona edizione dell’ ‘Isola del libro Trasimeno’, che torna ad animare le serate d’estate con un ricco programma dal 12 agosto al 26 settembre. Tra cafè letterari, mostra fotografica e premio letterario ‘Isola del libro Trasimeno’, quest’ultimo a chiusura dell’evento, saranno Passignano sul Trasimeno, Castel Rigone, Città della Pieve e Cortona ad ospitare incontri con gli autori e personaggi del mondo della cultura e delle istituzioni.

    Il programma completo sarà presentato lunedì 2 agosto alle 10 nel salone d’Onore di palazzo Donini, a Perugia. Saranno presenti Italo Marri, presidente dell’associazione culturale ‘Isola del libro Trasimeno’, Carlo Ponti, direttore artistico dell’evento, Fausto Cardella, presidente di Giuria del premio ed ex procuratore generale della Repubblica a Perugia, Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria, Eugenio Rondini, consigliere regionale, Sandro Pasquali, sindaco di Passignano sul Trasimeno, Fausto Risini, sindaco di Citta della Pieve, e Luciano Meoni, sindaco di Cortona. L’evento è realizzato con il contributo del Gal Trasimeno Orvietano (nell’ambito del Psr per l’Umbria 2014 – 2020 Misura 19.3 ‘Umbria lasciati sorprendere’) per cui sarà presente il direttore Francesca Caproni.

  • 03

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    21:30 -23:30
    03/08/2021-08/08/2021

    La XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo

    Dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, si terrà al monumentale organo “Tamburini” la XIII edizione del Festival internazionale laurenziano d’organo, che precede la festa del santo titolare della cattedrale di Perugia. E’ un evento che si svolge ininterrottamente da tredici anni coinvolgendo alcuni dei più noti organisti al mondo, richiamando l’attenzione di un pubblico in costante crescita.

    Anche lo scorso anno, seppur in forma ridotta a seguito della pandemia, questo festival è stato seguito e molto apprezzato, che si colloca tra due importanti appuntamenti musicali umbri: Umbria Jazz (luglio) e la Sagra Musicale Umbra (settembre). E’ un evento anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo del festival eseguito dal maestro italiano Adriano Falcioni, organista titolare della cattedrale perugina e direttore artistico dello stesso festival.  Nei prossimi giorni sarà reso noto il programma nei dettagli della XIII edizione.


  • 03

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    21:30 -23:30
    03/08/2021-08/08/2021

    Perugia: Il XIII Festival internazionale laurenziano d’organo nella cattedrale di San Lorenzo

    È giunto alla sua XIII edizione il Festival internazionale laurenziano d’organo in calendario dal 31 luglio all’8 agosto, alle ore 21.30, nella cattedrale di San Lorenzo di Perugia. Ha sfidato la pandemia svolgendosi anche nel 2020, seppur in forma ridotta. Quest’anno, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid-19, il Festival ritorna a svolgersi nella sua completezza di programma ospitando alcuni tra i maggiori maestri organisti europei come i tedeschi Johannes Geffert e Bjorn O. Wiede e l’ungherese Levante Kuzma, oltre agli italiani Emanuele Cardi, Riccardo Bonci e Adriano Falcioni, anch’essi molto noti nel panorama internazionale della musica d’organo. Il maestro Falcioni è l’organista titolare della cattedrale perugina, nonché direttore artistico del Festival.

    È un evento non solo musicale, ma anche di alto spessore culturale nel dedicare ciascuna edizione alla storia della musica e ai suoi protagonisti, oltre a celebrare ricorrenze significative di carattere storico quali, quest’anno, il VII centenario della morte di Dante Alighieri a cui è dedicato il concerto conclusivo eseguito dal maestro Falcioni. Il Festival, fortemente sostenuto dal Capitolo dei Canonici della Cattedrale di San Lorenzo e dal suo presidente mons. Fausto Sciurpa, anticipa da tredici anni le celebrazioni laurenziane del 10 agosto in onore del santo martire e diacono a cui è intitolata la chiesa cattedrale del capoluogo umbro, dotata, dal 1967, del monumentale organo di 5178 canne suonanti costruito dalla Pontificia ditta Giovanni Tamburini di Crema su progetto di Ferdinando Germani, restaurato nel 2015. “Anche il nostro Festival – commenta mons. Sciurpa – vuole contribuire al ritorno alla vita ‘normale’, prima della pandemia, pur nella consapevolezza che non sarà immediato e per certi aspetti mai come prima, ma la musica, anche quella sacra intonata dall’organo può accompagnarci verso questo ritorno. E la XIII edizione del nostro Festival sia di buon auspicio e ad incoraggiarci è anche l’interesse crescente verso questo evento ormai parte integrante degli appuntamenti dell’estate perugina seguito da un pubblico in costante crescita”.

    L’edizione 2021conta sette appuntamenti. “Al contrario degli anni passati, dove c’era un filo conduttore generale – spiega il direttore artistico Falcioni –, quest’anno abbiamo deciso di avere sette diversi temi, uno per ogni serata. il primo appuntamento prevede le opere di Bach e Reger, i due autori che vissero entrambi a Lipsia in secoli differenti e che sono i maggiori compositori tedeschi. Con il secondo si omaggia Saint-Saëns nel centenario della morte. Passando per il concerto del ‘caleidoscopio’, un viaggio nelle scuole organistiche europee, si arriva ai tre appuntamenti finali dove tre organisti ex studenti del conservatorio di Perugia e ora in carriera, ci presentano un programma sul salmo 94, la ‘time machine’ con una evoluzione dell’organo in Inghilterra, e con il concerto di chiusura con un programma su Dante. Tra gli interpreti stranieri, un ungherese e due tedeschi, uno dei quali organista alla cattedrale di Potsdam, città gemellata con Perugia”.

    Per maggiori informazioni sul programma del Festival internazionale laurenziano d’organo, i cui concerti sono a ingresso libero, si consiglia di consultare il sito: www.cattedrale.perugia.it.

  • 03

    Orchestra da Camera di Perugia, una festa per la nuova maglietta ufficiale

    18:00 -20:00
    03/08/2021

    Orchestra da Camera di Perugia, una festa per la nuova maglietta ufficiale

    Una festa piena di musica, martedì 3 agosto dalle 18 ai Giardini del Frontone di Perugia, per presentare la nuova t-shirt ufficiale dell’Orchestra da Camera di Perugia. Visto il successo delle precedenti edizioni, infatti, anche quest’anno sarà possibile indossare (e sostenere) l’Orchestra cittadina, da anni ambasciatore dell’eccellenza perugina in Italia e nel mondo. L’iniziativa, promossa in collaborazione con il T-Trane, vedrà la partecipazione dell’illustratore Marco Leombruni, che ha ideato la maglietta 2021 dell’Orchestra, protagonista di una performance di live painting con il dj set di Ricky L. A chiudere l’evento, dalle 19, una piccola sorpresa musicale della stessa Orchestra da Camera di Perugia, in queste settimane impegnata nella prima edizione della rassegna tra musica e scienza “Il suono della ricerca”, promossa dall’Università degli Studi di Perugia. Un progetto che sta riscuotendo un grande successo – 3 sold out nei primi 3 appuntamenti – e che si concluderà venerdì 13 agosto nell’Orto medievale di Borgo XX Giugno con la partecipazione del trombettista Marco Pierobon. A settembre, poi, l’Orchestra da Camera di perugia ha già in programma quattro concerti nel cartellone della Sagra Musicale Umbra 2021, promossa dalla Fondazione Perugia Musica Classica onlus, tra cui l’attesissimo debutto del progetto Il Barone Rampante con Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, martedì 7 settembre a Norcia.

  • 03

    La scelta di Myriam, rassegna d'arte a Perugia

    21:30 -23:00
    03/08/2021

    Si terrà il 3, 5, 10 e 12 agosto a Perugia la rassegna dal titolo «La scelta di Myriam», quattro serate in cui protagonista sarà una selezione video di performance curata da Myriam Laplante, artista canadese titolare della cattedra di arti performative all’Accademia di Belle arti di Roma. Gli appuntamenti, tutti a ingresso libero, sono in programma alle 21.30 all’area verde di Sant’Erminio e saranno organizzati nel rispetto delle normative anti Covid. In ognuna delle quattro serate saranno analizzati  alcuni degli approcci possibili della modalità performativa come espressione avanzata dell’arte contemporanea; un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso le idee.

    Nata in Bangladesh nel 1954 e residente da tempo a Bevagna, Myriam Laplante nel corso della sua carriera ha esplorato il rapporto tra arte e scienza e, attraverso installazioni, performance, sculture, disegni, fotografie e video, ha espresso le difficoltà di comunicazione e il rifiuto di adattarsi alla società. Molte opere, inoltre, sono centrate intorno al tema dell’assurdità della società contemporanea. La rassegna, nata dalla collaborazione tra l’associazione Trebisonda, la Portineria del quartiere Monteluce-Sant’Erminio e il circolo culturale Sant’Erminio, vuole essere un appuntamento estivo per il quartiere e per la cittadinanza che valorizza l’importante esperienza di Trebisonda e promuove l’attivazione della comunità di Monteluce-Sant’Erminio attraverso azioni di volontariato, civic engagement, partecipazione e organizzazione di eventi e iniziative di animazione socioculturale per il territorio.

    I quattro appuntamenti si inseriscono nell’ambito del progetto «Innovazione sociale a misura di città», finanziato dalla Regione Umbria, pensato per sostenere progetti sperimentali del terzo settore attraverso azioni innovative di welfare territoriale. Papaveri rossi, Arci Arcisolidarietà ora d’aria e Arci Perugia, partner del progetto, promuovono iniziative per migliorare e potenziare il benessere della popolazione con il coinvolgimento degli stakeholders del territorio.

     

Cartoline dal Trasimeno

Covid e sanità

Valnerina Experience Scheggino

Notizie dall'Italia e dal Mondo

Il nostro gruppo

Ecclissi Eventi

Com Com

Mostra Incursioni

Romeo auto

Sicaf

Istituto Serafico

Figuratevi 2021

AUCC

Fondazione Giulio Loreti

Foligno Padel

Dottor Tracchegiani

Pista Karting Arcobaleno

Per la vostra pubblicità

Banca Centro-Umbria

Becchetti

Carrefour

Classifica Articoli e Pagine

Bimbo morto a Ponte Valleceppi, indagato il conducente
Questo infermiere andrebbe radiato e licenziato, leggete cosa ha fatto
Dalla Puglia l’attrice Irene Antonucci sceglie di vivere e lavorare in Umbria
Incidente stradale, schianto a Spoleto tra autobus e vettura, diversi feriti 📸 FOTO
Muore una donna di 36 anni, accusa malore dopo parto
Due incidenti stradali, uno all'alba e l'altro al mattino, Raccordo e Magione
Nicolò muore investito a 11 anni, era in bici e pedalava sul marciapiede 🔴📸 FOTO E VIDEO
Malore al ristorante, cinquant’enne si sente male a cena, salvato
Font Resize
UA-39610744-1