Calcio, il Fano lascia soltanto un punto al Perugia 

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio, il Fano lascia soltanto un punto al Perugia
foto pagina Facebook Fano calcio

Calcio, il Fano lascia soltanto un punto al Perugia

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – É stato un assedio, ma nella rocca del Fano non si apre alcuna crepa. E quando si profila un cedimento il guardiano Viscovo tira giù la saracinesca prima su Murano e poi su Bianchimano. Peccato: per la prima volta dopo sei gare la squadra non trova il gol. Due gli elementi negativi: il terreno pesantissimo che non ha giocato a favore degli attaccanti ed i due infortuni capitati nel primo tempo a Crialese e, soprattutto, a Minesso. La squadra di Destro ha pensato soltanto alla difesa. Ed, tra andata e ritorno, ha concesso solo due punti alla squadra umbra.
Tutte conferme, su un fronte e sull’altro. Destro rinnova la fiducia all’undici della risalita in classifica, Caserta punta sulla squadra delle tre vittorie consecutive con la sola novità di Sounas al posto dell’infortunato Moscati. É il Perugia che fa la partita, ma senza sbocchi per l’attenta disposizione dei locali, che si arroccano.
Dopo 21′ senza tiri in porta e su un terreno molto allentato Crialese si infortuna ed al suo posto entra Favalli. Dopo altri cinque minuto esce pure Minesso (dolore muscolare), autore di cinque gol in tre partite, che lascia spazio a Vano. Quest’ultimo si posizione al centro con Murano che si sposta a sinistra.
Due situazioni “sospette” prima per una spinta in area su Burrai; quindi per una trattenuta in danno di Vanbaleghem (su un cross del pimpante Falzerano). Carella di Bari non vede i due falli. Si impongono, sul proscenio della,prima parte di gara, Sounas e Falzerano, uno per la forza, l’altro per la brillantezza; vivaci pure Elia e Vano. Tra i locali positiva la prova di Rino e Brero e di un puntiglioso Amadio.
La ripresa comincia con un cross di Elia per la testa di Murano: a lato. Nuova azione biancorossa, molto incisiva, con Elia che mette in mezzo ma Cargnelutti salva. Pericolosissima la manovra che porta al colpo di testa di Murano: salva Viscovo. Ferrara su uno scivolone, di Fulignati, tradito dal fango, sitrova suo iedi la palla per segnare, liberissimo, ma non centra la porta. Nel recupero ancora Viscovo si oppone alla conclusione dall’area piccola di Bianchimano. Evidentemente non era giornata.
Fano-Perugia 0-0
FANO (4-3-1-2): Viscovo; Brero, Bruno, Monti (1′ st Cargnelutti); Gentile, Amadio, Carpani (15′ st Cason); Marino (40′ st Simia); Ferrara (28′ st Montero), Barbuti (40′ st Nepi). A disp.: Santarelli, Meli, Flores, Monero, Sarli, Parlati, Mainardi, Busini. All.: Destro.
PERUGIA (4-3-2-1): Fulignati; Elia, Angella, Sgarbi, Crialese (21′ pt Favalli); Sounas 20′ st Kouan), Burrai, Vanbaleghem; Minesso (26′ pt Vano), Falzerano; Murano (20′ st Bianchimano). A disp.: Baiocco, Bocci, Monaco, Konate, Lunghi, Negro, Cancelotti. All.: Caserta.
ARBITRO: Carella.
GuardaIinee: Testi e Lencioni.
Quarto uomo: Fontani.
AMMONITI: Sounas (P)
NOTE: Terreno pesante per la pioggia. Ang.: 8-3 per il Perugia. Rec.: 2′ pt, 4′ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*