Lega Perugia: “La sinistra strumentalizza l’urgenza del tema salute”

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega Perugia: “La sinistra strumentalizza l’urgenza del tema salute”

Lega Perugia: “La sinistra strumentalizza l’urgenza del tema salute”

“Parte della minoranza in consiglio comunale porta avanti strumentalmente la paura per la salute dei cittadini, proponendo mozioni d’urgenza intrise di informazioni superficiali ed inesatte”. Ad affermarlo il Gruppo Lega di Perugia in consiglio comunale in merito a quando accaduto nella seduta del 26 ottobre. “Nello specifico – spiega il Gruppo Lega – la consigliera Lucia Maddoli ed il Partito democratico si dicono rammaricati del nostro voto contrario ad una mozione che chiedeva che il sindaco premesse affinché la Presidente della Regione Donatella Tesei e la Giunta Regionale si adoperassero per aumentare le postazioni di terapia intensiva, aumentassero le risorse umane per fronteggiare la pandemia e che, sempre il sindaco, dotasse di termoscanner gli uffici comunali.

Siamo invece noi della Lega a rammaricarci, sia perché costretti a votare senza avere il testo a disposizione vista l’improvvisa e celata presentazione della mozione, sia per una questione di merito: è infatti errato quanto la consigliera Lucia Maddoli e il Partito democratico asseriscono, citando fonti, che le postazioni di terapia intensiva sono ferme a 57. In realtà sono state incrementate a 97 e sono in corso di attivazione altre 27 postazioni per un totale di 124, più del doppio.

Nelle 4 aziende sanitarie, ai sensi del D.L. 18/20 e del D.L. 34/20 sono stati assunti da inizio pandemia 362 addetti (tra cui solo per citare qualche figura, 120 medici e 117 infermieri ). Quanto ai termoscanner, il Comune di Perugia ha provveduto all’acquisto di 60 unità che arriveranno in settimana e si stanno ultimando le procedure per il loro utilizzo. La Lega – concludono i consiglieri perugini – è vicina e preoccupata per la salute dei cittadini, ma lo dimostra con atti concreti, non certo cavalcando mozioni urgenti che, essendo costruite sulle paure e non sui fatti, siamo e saremo convinti di respingere ancora”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*