Elezioni Umbria, lavoro, sanità e ricostruzione al centro del programma di Rubicondi

Elezioni Umbria, lavoro, sanità e ricostruzione al centro del programma di Rubicondi

Elezioni Umbria, lavoro, sanità e ricostruzione al centro del programma di Rubicondi

Il lavoro è al centro del programma elettorale di Rossano Rubicondi, ex sindacalista e candidato del Partito Comunista alla presidenza della regione Umbria. La ricetta del candidato comunista parte dalla «consapevolezza di avere a disposizione risorse economiche limitate. E quindi – ha aggiunto – vanno gestite in modo tale da non sperperarle inutilmente».

L’ex sindacalista non crede nei tirocini formativi e nelle formule come Garanzia giovani e adulti dove – a suo dire – non si garantisce all’aspirante lavoratore alcuna prospettiva di occupazione. Di qui l’idea di «chiudere con i finanziamenti a pioggia, per mettere a disposizione i fondi per quelle aziende sane che hanno dimostrato nel tempo di creare vera occupazione e che si prendono a cuore la sicurezza dei dipendenti».

Restando sul tema del lavoro Rubicondi ha detto: «Solo così si potrà dare una opportunità ai giovani di avviare un percorso professionale stabile». Poi la sanità e ricostruzione post sisma: «Il nostro programma vuole essere concreto. Il Pd ci consegna un’Umbria rossa di vergogna e con il rischio che il cuore verde d’Italia diventi solo ad appannaggio della Lega».

Parlando di sanità il discorso ha scivolato sull’inchiesta che ha coinvolto la regione e il Partito democratico umbro e portato alle dimissioni della presidente della Regione, Catiuscia Marini  e quindi alle elezioni anticipate.

Per la sanità umbra, secondo Rubicondi: «basta una sola azienda sanitaria, così possiamo liberare delle risorse economiche utili per assumere chi lavora davvero, e cioè, i medici, gli infermieri e gli operatori socio sanitari».

Altro problema sono le liste di attesa: «Se si superano i 15 giorni per una visita – ha detto – si deve bloccare l’intramoenia. Come è possibile che per una visita non a pagamento c’è da attendere anche 16 mesi, ma se paghi in tre giorni vieni ricevuto dal medico?».

E infine sul fronte della ricostruzione post terremoto per Rubicondi l’unica soluzione è quella di «assumere altro personale agli Uffici speciali per la ricostruzione così da accelerare le pratiche, a cominciare da quelle per il recupero dei danni lievi».

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
38 ⁄ 19 =