Centosette telecamere garantiranno la sicurezza su Perugia, dislocate sul territorio

 
Chiama o scrivi in redazione


Telecamere Perugia, Giampiero Tamburi, quanto mi costate

Centosette telecamere garantiranno la sicurezza su Perugia, dislocate sul territorio Facendo seguito alla delibera dello scorso 20 giugno di approvazione della bozza ed alla successiva sottoscrizione del patto per Perugia sicura con la Prefettura intervenuta il 21 giugno, oggi la giunta, su proposta del sindaco Andrea Romizi, ha dato il via libera al progetto definitivo finalizzato all’installazione di nuove tecnologie per migliorare il decoro e la sicurezza urbana.

L’intervento, che sarà finanziato principalmente dal Ministero dell’economia e delle finanze, prevede l’installazione di 107 nuove telecamere, delle quali 58 presso gli svincoli della superstrada, 31 nel centro abitato di Ponte San Giovanni e 18 nel quartiere di Madonna Alta.

Il progetto, per un ammontare complessivo di 1,8 milioni (di cui 40mila a titolo di co-finanziamento comunale) suddiviso in tre stralci funzionali, prevede in sostanza il controllo con sistemi tecnologici all’avanguardia delle possibili vie di fuga dalla città e dai centri abitati (svincoli della superstrada), la copertura del servizio nelle aree ove attualmente non sono presenti telecamere (Ponte San Giovanni) nonché il potenziamento del sistema nelle aree dove il numero degli impianti è esiguo rispetto alle esigenze delle forze dell’ordine (Madonna Alta).

Leggi anche: Censimento telecamere al posto delle norme antiaccattonaggio!

Con l’iniziativa, inoltre, si estende il sistema di videosorveglianza esistente con nuove telecamere e si potenzia la dotazione hardware/software della sala server e delle sale operative di Questura, Carabinieri e Vigili Urbani. Ciò per garantire il giusto dimensionamento e la corretta funzionalità del sistema stesso una volta ampliato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*