Francesco Boccia, ministro affari regionali, benedice accordo umbro

Francesco Boccia, ministro affari regionali, benedice accordo umbro

Francesco Boccia, ministro affari regionali, benedice accordo umbro

La notizia dell” accordo fra M5S e Pd per le elezioni regionali in Umbria è “un ottimo inizio, un” esperienza da riproporre anche nelle altre regioni: il governo nazionale non è un freddo contratto ma un” intesa di idee che si può riproporre in tutti i territori”.

Lo afferma il il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, in un” intervista a Repubblica in cui aggiunge che “bisogna riconoscere al Movimento 5 Stelle un passaggio storico per chi aveva sempre rigettato ogni alleanza”.

Per il ministro, questo è il momento “di rilanciare, non certo di quello dei veti”. E ora “è necessario scendere dal piedistallo e smettere di considerare gli altri come usurpatori, evitare quel riflesso incondizionato che ci porta a dire: eravamo meglio noi, la nostra generazione, la nostra parte”.

A Pier Luigi Bersani, che in un” altra intervista allo stesso quotidiano aveva chiesto di andare oltre il Pd, Boccia replica: “Lo dico con il massimo dell” affetto per Pier Luigi, ma penso che il momento storico abbia dimostrato come invece il Pd sia necessario come non mai”. In questa crisi di governo, secondo Boccia, il Pd “è stato la barra stabilizzatrice della democrazia”.

Poi, in riferimento alla scissione di LeU, aggiunge: “avevamo ragione noi: era un errore. Quando ci si trova in minoranza in un partito è peccato gravissimo cercare la scorciatoia e uscire”. E chiarisce: “Lo stesso discorso vale oggi per Renzi: la loro scelta di uscire dal Pd è stata incomprensibile”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
10 + 6 =