Coronavirus, la martoriata comunità umbra ha bisogno dell’unità delle istituzioni

 
Chiama o scrivi in redazione


"Per cercare di evitare che il contagio si diffonda nuovamente e che ci siano numeri importanti, come abbiamo visto questa primavera, dobbiamo 'armarci': questa volta e' necessario che il personale sanitario tutto, medici, infermieri e operatori, sia pronto e abbia a disposizione i dispositivi di protezione individuali". Lo ha detto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, nel corso di un'intervista rilasciata all'agenzia Dire.

Coronavirus, la martoriata comunità umbra ha bisogno dell’unità delle istituzioni

“Al contrario dell’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto e della presidente Donatella Tesei, in piena emergenza sanitaria, noi non intendiamo cedere ad attacchi strumentali. Fin dall’inizio abbiamo lavorato per mostrare la responsabilità e l’unità di tutte le istituzioni, di cui la comunità umbra, martoriata dal coronavirus, ha bisogno”. In una nota il Gruppo consiliare del Partito del Partito Democratico (Tommaso Bori-capogruppo, Michele Bettarelli, Simona Meloni, Fabio Paparelli e Donatella Porzi) chiedono “alla politica umbra di fare un salto di qualità, Presidente e Giunta in primis; è il momento di scegliere e di agire in maniera solidale e concreta al fianco della nostra regione, a sostegno delle persone che in questo momento stanno combattendo questa guerra”.

IN SINTESI
Il Gruppo consiliare del Partito Democratico (Bori-capogruppo, Bettarelli, Meloni, Paparelli, Porzi) in una nota congiunta, rimarcano come “la martoriata comunità umbra ha bisogno di unità di tutte le Istituzioni” e che “al contrario dell’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto e della presidente Donatella Tesei, in piena emergenza sanitaria, noi non intendiamo cedere ad attacchi strumentali”. Per i consiglieri Dem “è il momento di scegliere e di agire in maniera solidale e concreta al fianco della nostra regione, a sostegno delle persone che in questo momento stanno combattendo questa guerra”.

“Devono cessare le inutili, quanto sterili, polemiche – aggiungono gli esponenti dell’opposizione -. Ci si impegni, piuttosto, a fare la propria parte, visti i tanti ed ingiustificati ritardi accumulati in Umbria sul fronte sanitario e non solo. Noi – assicurano – cerchiamo di fare la nostra parte con proposte e gesti responsabili, come quello di votare a favore della raccolta fondi della Regione Umbria per l’emergenza COVID-19 e di esserne i primi sottoscrittori come consiglieri regionali, ma vogliamo fare di più – spiegano -: alle tante democratiche e ai tanti democratici dell’Umbria va il nostro appello a mobilitarsi per sostenere l’acquisto di tamponi, mascherine, camici, guanti e altri dispositivi di protezione individuale, da destinare prioritariamente ai Codiv-Hospital e alla medicina territoriale, indispensabili a chi sta operando, con generosità e coraggio, nell’ambito dell’emergenza Covid-19”.

Nella nota congiunta, i consiglieri del Partito si dicono “certi che la comunità democratica saprà dimostrare, ancora una volta, la propria generosità e un grande impegno corale, votato ad una causa quanto mai sentita da tutti. I presìdi di protezione personale – sottolineano – sono sempre più indispensabili a chi sta operando in prima linea anche a rischio della propria incolumità. È giusto dare a loro un segno tangibile della nostra riconoscenza contribuendo anche all’acquisto di forniture di sicurezza che si sono rivelate ancora insufficienti”. “Per aderire – spiegano i consiglieri Dem – basterà donare, anche cifre simboliche, tramite l’apposita piattaforma a questo link: https://www.paypal.com/pools/c/8nBKLzritZ. Il ricavato sarà interamente devoluto e versato sul conto corrente della Regione Umbria dedicato all’Emergenza Coronavirus. La raccolta fondi – ricordano – fa seguito all’iniziativa intrapresa nei giorni scorsi dagli stessi consiglieri regionali dem che hanno scelto di donare metà del loro stipendio complessivo in favore dell’emergenza Covid-19.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*