Trenitalia, al via l’orario invernale da domenica 12 dicembre

Trenitalia, al via l'orario invernale da domenica 12 dicembre, confermati Frecciarossa, Frecciabianca e FreccialinkTrenitalia, al via l'orario invernale da domenica 12 dicembre, confermati Frecciarossa, Frecciabianca e Freccialink
Trenitalia, al via l'orario invernale da domenica 12 dicembre, confermati Frecciarossa, Frecciabianca e Freccialink

Trenitalia, al via l’orario invernale da domenica 12 dicembre

Domenica 12 dicembre entra in vigore il nuovo orario invernale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane), che sarà valido fino all’11 giugno 2022.


Fonte Ufficio Stampa
Fs Italiane


Per quanto riguarda l’Umbria, il nuovo orario vede confermati i servizi che hanno arricchito l’offerta a partire dal 2019, sia per quanto riguarda i treni nazionali che per il trasporto regionale. A beneficio dei cittadini umbri e di tutti coloro che desiderano visitare il Cuore Verde d’Italia, rimane ampio il ventaglio di opzioni, con un elevato numero di posti disponibili per viaggiare in piena sicurezza, osservando la soglia dell’80% di capacità complessiva dei treni, come da normative in vigore per la prevenzione del contagio da Covid-19.

Pienamente confermata l’offerta delle Frecce, a partire dalla coppia di Frecciarossa che ogni giorno uniscono Perugia con Milano e Torino, che raggiungono la stazione centrale del capoluogo lombardo in circa tre ore e mezza. Per il Frecciarossa 9300, partenza da Perugia Fontivegge alle 5,24, arrivo a Milano Centrale ore 08,58, a Torino Porta Nuova alle 10,10.  Ritorno serale con il Frecciarossa 9329, in partenza da Torino Porta Nuova alle 17,50 e da Milano Centrale alle 19,00 arrivo a Perugia Fontivegge alle 22,30. Grazie ad opportune antenne con treni regionali, entrambe le corse sono fruibili anche dai bacini assisano e folignate.

L’Umbria continua a beneficiare anche dell’hub di Orte per l’accesso alla rete di Alta Velocità ferroviaria. Il Frecciarossa 9508, con partenza da Orte alle 6:43 ed arrivo a Milano alle 9:50, resterà fruibile tramite adduzione con servizi regionali anche dalla clientela ternana (in 3h40’) e spoletina (in 4h10’). Analoga opportunità rispetto al simmetrico Frecciarossa 9563 che parte da Milano alle 19:10 ed arriva ad Orte alle 22:20.

Confermati anche i due Frecciabianca Roma-Ravenna, che fermano in Umbria a Terni, Spoleto e Foligno, nonché i due Freccialink tra Assisi/Perugia e Firenze Santa Maria Novella, da dove si possono utilizzare i Frecciarossa da e per Salerno, Napoli, Roma, Bologna, Milano, oltre che i Frecciargento da e per Venezia.

Confermata l’offerta storica di 8 treni Intercity ogni giorno al servizio dell’Umbria: due coppie Roma-Ancona, una Perugia-Roma ed una Terni-Milano. Rispetto a quest’ultima, due novità in arrivo con il nuovo orario: il ritorno della fermata nella stazione di Firenze Santa Maria Novella, nel centro storico del capoluogo toscano; l’attivazione del servizio bici al seguito del viaggiatore, che dunque approda su tutti i treni Intercity al servizio dell’Umbria, complice il grande favore manifestato dalla clientela nella fase sperimentale dello scorso anno.

Sul versante dei treni regionali, la programmazione concertata con il committente e finanziatore del servizio – Regione Umbria – vede confermati i servizi aggiunti in via sperimentale dal 2020, con rimodulazioni volte ad aumentare ulteriormente l’attrattiva commerciale dell’offerta, che con ben 87 corse ogni giorno feriale, garantisce ampia praticità di spostamento all’interno dell’Umbria e verso le regioni limitrofe.

Sono ben 31 ogni giorno i treni regionali che uniscono direttamente l’Umbria alla capitale, di cui 9 da/per Perugia, 10 da/per Ancona. Confermata la corsa da Terni delle 5:30 del mattino, con tempi di percorrenza ottimizzati a 1 ora e 5 minuti per l’arrivo alla stazione Termini.

Le corse regionali dirette tra Perugia e Firenze sono 13 al giorno che, insieme alle soluzioni con cambio a Terontola, realizzano un totale di 21 opzioni di viaggio, a frequenza sostanzialmente oraria nella parte nelle parti centrali della giornata. Confermata anche la possibilità, per chi parte da Orvieto, di raggiungere la città del Giglio entro le 8 del mattino, grazie al mantenimento della corsa sperimentale in partenza alle 5,53, sempre più conosciuta e apprezzata dai viaggiatori orvietani.

 Guardando ai collegamenti infra-regionali, restano sperimentalmente intensificate le frequenze Orvieto-Terni, portate a una cadenza di circa 30 minuti nella fascia di punta mattutina e a cadenza oraria nella fascia di punta pomeridiana. Il collegamento mattutino veloce Chiusi-Perugia senza cambio, con arrivo nel capoluogo alle 7:57, permane sperimentalmente e viene rimodulato con proseguimento alla volta di Foligno. Ugualmente confermate le due corse tra Chiusi e Orte dedicate ai pendolari che alla sera devono rientrare da Orvieto a Terni – Perugia, oppure da Roma a Orvieto/Chiusi.

Dal 12 dicembre, inoltre, il 100% delle corse regionali dell’Umbria danno il benvenuto a bordo alla bici al seguito del viaggiatore, grazie al recente potenziamento degli spazi dedicati ai cicloturisti e alle offerte che consentono il trasporto gratuito delle bici pieghevoli, dei monopattini e degli hoverboard.

Importante la performance registrata nel 2021 per quanto riguarda la puntualità dei treni regionali e interregionali dell’Umbria, rispettata da ben 9 treni su 10.

La qualità del trasporto regionale umbro di Trenitalia risulta apprezzata dalla clientela, in base ai risultati delle indagini di gradimento del servizio, condotte da società demoscopiche esterne. Il dato cumulato gennaio-settembre 2021 è pari al 96% di soddisfatti del viaggio nel complesso con Trenitalia in Umbria, con un aumento di 2,3 punti percentuali rispetto all’analogo periodo del 2020. Concentrandosi sulla fase della permanenza a bordo treno, la percentuale rilevata sale al 96,9% di gradimento.

Contribuiscono alla soddisfazione della clientela anche i vantaggi ancillari che Trenitalia regionale riconosce tramite accordi commerciali ad hoc. Mostrando il biglietto del treno regionale, si ottengono ad esempio sconti sul prezzo del biglietto di accesso alla Cascata delle Marmore, ai Musei della città di Cortona, alle mostre organizzate dalla Fondazione Cariperugia Arte. Nuova partnership, all’avvio in questa fine d’anno, quella con Carta Unica Orvieto: il passe-partout per le principali attrazioni della cittadina etrusca, dal Pozzo di San Patrizio al Duomo, a prezzo scontato se si sceglie il treno per la visita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*