Perugia città prigioniera del traffico, caos per lavori dei cantieri infiniti

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia città prigioniera del traffico, caos per lavori dei cantieri infiniti

Perugia città prigioniera del traffico, caos per lavori dei cantieri infiniti

Caos per lavori infiniti ,inefficienze-a rischio transito eventuali mezzi di soccorso. Che fine ha fattto l’opera ” Nodo di Perugia”. Oggi mercoledì 28 agosto 2019 ennesima giornata di passione per chi deve spostarsi in Umbria ed in particolare  nella zona del capoluogo regionale.

© Protetto da Copyright DMCA

Questa mattina dopo le 9.30 causa le lunghe file causate dai lavori (ormai permanenti ) sul viadotto Genna  (Perugia)si è verificato l’ennesimo incidente all’interno della galleria San Faustino direzione Trasimeno bloccando totalmente la viabilità cittadina e interegionale con grave difficoltà per far transitare anche  i mezzi di soccorso .

Il traffico cittadino che dalla rampa di San Faustino si immette sulla E 45, causa l’incidente di cui sopra ha bloccato l’intera zona di stazione Fontivegge, via Settevalli ,zona stadio e ancor più problematico accesso ospedale regionale Silvestrini.

Tutti cittadini ” sequestrati in auto ” hanno potuto constatare come anche le auto della polizia e la croce rossa non trovavano spazi per passare.

Come è possibile mantenere una situazione simile per messi e mesi ? Che succederà alla ripresa di settembre e alla riapertura delle scuole ? Leggiamo oggi che la prevista fine dei lavori per i primi di settembre slitterà….Segnaliamo che i lavori sul cantiere oggi erano quasi fermi.
Perchè ?

Se ci spostiamo (sic!)dall’ altra parte della città,zona Lidarno, troviamo altre difficoltà, altre file e ritardi.
Federconsumatori  facendosi interprete dello sconforto dei pendolari,delle imprese e di tutti gli automobilisti esasperati chiede di sapere che fine ha fatto il famoso progetto del ” Nodo stradale di Perugia “opera necessaria da tempo ed ora divenuta strategica anche a seguito degli importanti interventi del ” Quadrilatero” fra Umbria e Marche e il conseguente aumento dei volumi di traffico della Perugia-Ancona e la Foligno-Civitanova Marche,

Sarebbe gravissima la sola ipotesi che si potrebbe  verificare e il caso in cui per i continui incidenti e ingorghi i mezzi di soccorso non potessero svolgere il  proprio compito  con enorme  rischio per l’intera comunità .

Federconsumatori Perugia
Alessandro Petruzzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*