BusItalia sospende agevolazioni, affronto a migliaia di studenti universitari

BusItalia sospende agevolazioni, affronto a migliaia di studenti universitari

BusItalia sospende agevolazioni, affronto a migliaia di studenti universitari

Come temevamo BusItalia ha recentemente annunciato la sospensione delle agevolazioni per gli studenti universitari a partire dal 1 agosto, per via della mancata copertura economica da parte della Regione. Tale sospensione rientra in un complessivo smantellamento del servizio di trasporto pubblico – e più in generale del diritto allo studio universitario e scolastico – in Umbria, con tagli che stanno mettendo a dura prova l’utenza del servizio di mobilità.

Non sappiamo come ricevere la notizia, se non come un puro affronto ai danni di migliaia di studenti, che già preferivano in massa ai mezzi pubblici quelli privati, con un impatto negativo su ambiente e spazi urbani. Ora il messaggio è più chiaro che mai: non c’è la volontà politica di recuperare questi studenti e investire in un modello di trasporto diverso.

Oltre a pensionati e lavoratori, i più duramente colpiti sono infatti gli studenti, proprio perché moltissimi non possono permettersi un mezzo privato oppure vivono nei piccoli comuni, già scarsamente raggiunti dagli autobus anche prima dei tagli: questi studenti si vedono oggi impossibilitati a spostarsi liberamente e gravati da un ulteriore salasso economico. Gran parte della cittadinanza si è già schierata in maniera compatta contro questa perdita di servizi.

Noi, come Sinistra Universitaria UdU Perugia e Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria, abbiamo già preso posizione contro tagli che pesano quasi esclusivamente sull’utenza e scaricano la responsabilità economica su chi già si trova a pagare uno dei sistemi di trasporto pubblici più cari d’Italia. Per questo motivo, mercoledì 24 luglio, dalle ore 17:30 saremo in Piazza Italia insieme ai sindacati dei lavoratori del trasporto pubblico.

Commenta per primo

Rispondi