Sfollati in via degli Arroni, dal comune c’è impegno a monitorare la situazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Sfollati in via degli Arroni, dal comune c'è impegno a monitorare la situazione

Sfollati in via degli Arroni, dal comune c’è impegno a monitorare la situazione

Sei le persone maggiormente in difficoltà, una dozzina gli sfollati. Sono i residenti di via degli Arroni rimasti senza casa in seguito alla drammatica esplosione avvenuta il 28 dicembre. I cittadini rimasti senza abitazione sono stati ricevuti a Palazzo Spada. Presenti al faccia a faccia, organizzato dal presidente del Consiglio comunale, Francesco Ferranti, anche il sindaco Leonardo Latini e l’assessore al welfare, Cristiano Ceccotti.

«Stiamo tutti in mezzo alla strada da quella sera – ha ricordato una donna – . Non ci è stato dato un minino di conforto, a parte quella sera. Siamo stati considerati meno dei terremotati. Volevamo solo un alloggio a pagamento, niente gratis, invece ci è stato risposto che dovevamo dividere un appartamento con una persona già dentro, uscire alle 7 di mattina e andare a scaldarci nei centri commerciali. Siamo vivi per miracolo, solo perché siamo usciti da casa pochi minuti prima dell’esplosione». E’ quanto scrive la Nazione Umbria.

Il Comune aveva messo loro a disposizione un alloggio in albergo fino al 7 gennaio, poi si sono dovuti arrangiare con soluzioni di fortuna. Ma ora la situazione si è fatta ancor più grave.

“L’audizione di questa sera  (ieri sera ndr) degli sfollati di via degli Arroni in conferenza dei capigruppo si è conclusa – dichiara il presidente del consiglio comunale Francesco Maria Ferranti –  con l’impegno dell’assessore al Welfare Ceccotti a seguire in primissima persona la vicenda e già da domani mattina (oggi ndr) a dare delucidazioni anche in merito alla possibilità di ingresso concordato nell’immobile  posto sotto sequestro dagli organi inquirenti per prendere la mobilia e i beni essenziali.

C’è altresi l’impegno a fornire sistemazioni  utilizzando il patrimonio abitativo dell’Ater. Da parte dell’ufficio di presidenza ci sarà il monitoraggio della situazione degli sfollati di via degli Arroni affinché abbiano risposte ancora più funzionali ad affrontare io disagi che stanno vivendo.

“L’incontro è stato utile per supplire a dei ritardi che effettivamente ci sono stati – dichiara il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti – penso che si tratti più di una difficoltà delle strutture comunali che dei vertici amministrativi, i quali comunque potevano monitorare e indirizzare con più efficacia. Confido che grazie al lavoro di tutti i capigruppo  sia stia imboccando la strada giusta. Condivido l’iniziativa di dare una funzione di controllo alla conferenza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*