Sfollati casa esplosa via degli Arroni a Terni cercano casa, scrivono a Latini |Foto

 
Chiama o scrivi in redazione


Sfollati in via degli Arroni, dal comune c'è impegno a monitorare la situazione

Sfollati casa esplosa via degli Arroni a Terni cercano casa, scrivono a Latini |Foto

Egregio Sindaco , Volevamo aggiornarla sulla nostra situazione a seguito dell’esplosione della palazzina in Via degli Arroni, del 28 dicembre scorso ,causata dalla negligenza di due cittadini nigeriani. Da quel tragico pomeriggio del 28 dicembre la nostra vita è stata sconvolta , ma subito dopo ,superato lo stordimento iniziale, ci siamo rimboccati le maniche per salvare il salvabile e ricomporre pian pianino la nostra esistenza.

DRAMMA NEL DRAMMA
Sei persone, fra cui anche un uomo di 88 anni che vive solo, da domani saranno fuori dall’alloggio dell’Hotel. Gli “sfollati” di Terni chiedono rapido intervento del Sindaco Leonardo Latini per prolungare possibilità di stare in albergo.
© Protetto da Copyright DMCA

L’obbiettivo principale ,nelle ore successive, e’ stato quello di recuperare oggetti cari, accessori ,utensili ,capi di abbigliamento e ovviamente di trovarci il più velocemente possibile una nuova sistemazione.

Tutto cio’ accadeva ,mentre fervevano i preparativi del capodanno e l’aria di festa intorno a noi ci rendeva profondamente tristi .Comunque abbiamo reagito ,grazie anche alla solidarietà di amici e parenti che si sono stretti intorno a noi. La protezione civile ,i vigili del fuoco e le forze dell’ordine hanno fatto si che lo stabile fosse sotto controllo per evitare episodi di sciacallaggio che in queste situazioni sono frequenti. Poi il Vostro appoggio, l’ospitalità negli alberghi ,nonostante la difficoltà a reperire camere libere in questo periodo.

La nostra ricerca per un nuovo alloggio e’ continuata spasmodicamente e incessantemente in questi giorni ,ma ad oggi nessuno di noi ha ancora trovato un alloggio consono e compatibile con le proprie possibilità economiche.

Tra di noi c’è anche una persona di 88 anni che non ha figli e al momento nessuno che si occupa di lui. Ci risulta che la ns permanenza nell’Hotel Class sia stata da voi autorizzata fino alla notte fra il 7 e l’8 gennaio e che quindi ,viste le situazioni “aperte”,compresa quella della giovane coppia di nostro vicini che ha avuto in comodato d’uso un alloggio messo a disposizione dall’associazione “Luce per Terni “,che avranno bisogno ancora di qualche giorno prima di entrare in possesso della casa ,chiediamo a Lei e agli organi istituzionali competenti di prorogare la nostra permanenza in albergo almeno di una settimana .

La ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa di un suo sollecito riscontro in merito . Cordiali saluti . Gli sfollati di Via degli Arroni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*