Movida selvaggia, il sindaco scende in strada la notte per verificare di persona

 
Chiama o scrivi in redazione


Movida selvaggia, il sindaco scende in strada la notte per verificare di persona

Il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, è sceso in strada fino alle 3 di notte insieme all’assessore Luca Merli e alle forze di polizia per monitorare di persona la situazione in centro storico e nelle vie secondarie intorno a Piazza Danti.

I controlli di polizia di Stato e provinciale, carabinieri e finanza coordinati dalla Questura nella notte tra venerdì e sabato si sono concentrati nelle vie e vicoli più nascosti che hanno visto
impegnati anche tre agenti in borghese della polizia locale guidata dalla comandante Nicoletta Caponi.

La situazione più critica è stata quella di un gruppo di ragazzi, età compresa fra i 21 e 24 anni, che sono stati sanzionati perché urinavano in un muretto nei pressi dei portoni delle abitazioni in una via alle spalle di Piazza Danti.

Tra le altre attività svolte anche quella di beccare gli autori di fortissimi rumori prodotti all’interno di una abitazione a causa di uno svolgimento di una festa. Una volta identificati, con l’ausilio della Polizia Locale, gli autori sono stati immediatamente sanzionati.

Un cittadino italiano nato a Napoli di 19 anni, è stato sorpreso, in via dei Priori, mentre nascondeva hashish su se stesso. Il soggetto è stato denunciato per detenzione di sostanza stupefacente. Durante i controlli estesi anche agli esercizi commerciali, in un noto bar del centro storico, veniva sorpresa la dipendente, una cittadina extracomunitaria di 37 anni, somministrare un cocktail alcoolico ad un ragazzo minorenne italiano di 17 anni senza accertarsi dell’età anagrafica del giovane.

Anche una lite tra ragazzini con una giovane colpita a una gamba.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*