Inchiesta sanità, Bocci presenta ricorso contro proroga arresti

Inchiesta sanità, Bocci presenta ricorso contro proroga arresti
David Brunelli, difensore di Gianpiero Bocci

Inchiesta sanità, Bocci presenta ricorso contro proroga arresti

L’ex segretario del Pd ed ex sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci ha chiesto, tramite i suoi legali, che la misura cautelare nei suoi confronti venga revocata. Bocci si trova agli arresti domiciliari dal 12 aprile scorso, e gli stessi, in scadenza il 10 giugno, sono stati prorogati per un altro mese fino al 10 luglio.

Secondo i difensori di Bocci, gli avvocati David Brunelli e Alessandro Diddi, la proroga della custodia cautelare, rappresenta «una pena eccessiva». Le esigenze cautelari sono venute meno anche in seguito all’evoluzione dell’inchiesta sui presunti concorsi truccati.

I legali oggi hanno presentato ricorso contro la proroga fino al 10 luglio dei domiciliari. Bocci non era presente in tribunale.

Commenta per primo

Rispondi