Inchiesta sanità, una delle candidate confessa di aver ricevuto le domande

Dimissioni Marini, presidente deciderà in tempi brevi se confermarle o meno

Inchiesta sanità, una delle candidate confessa di aver ricevuto le domande

Una delle candidate “raccomandate” ha confessato dicendo di aver ricevuto le prove del concorso. Con questa dichiarazione si chiude definitivamente il cerchio sulla contestazione mossa alla ex presidente della Regione, Catiuscia Marini. Lo scrive oggi La Nazione Umbria. La ex presidente è attualmente indagata per concorso in rivelazione di segreti d’ufficio, abuso d’ufficio e falso ma che rischia un’incriminazione per associazione per delinquere,

La candidata – difesa dall’avvocato Delfo Berretti – è stata sentita ieri dalla guardia di finanza per tre ore e ha ammesso, ribaltando la dichiarazione iniziale ai pm. Due i concorsi per i quali la giovane fu agevolata, alla fine risultò vincitrice della selezione per tecnico amministrativo nelle categorie protette.

Intanto il conto alla rovescia per decidere quale strada intraprendere dopo la notifica del processo immediato è iniziata. Gli avvocati Brunelli, Diddi, Crisi e Falcinelli hanno 14 giorni di tempo. E tra le ipotesi c’è quella di un patteggiamento se i pm dovessero accettare una pena sotto i due anni. Intanto proseguono gli interrogatori davanti alla guardia di finanza.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
24 − 18 =