Controlli anti prostituzione, due multati in via Trasimeno Ovest

Prostituzione perché a Terni non si fanno multe sulle strade del vizio

Controlli anti prostituzione a Perugia, due multati in via Trasimeno Ovest

In data 21.05.2019, nel turno 20.00-02.00, due pattuglie della Polizia Municipale di Perugia, in abiti civili, hanno effettuato un intervento in Strada Trasimeno Ovest e via Corcianese, per verificare il rispetto delle disposizioni dell’ordinanza sindacale n. 408 del 23.04.2019, tesa al contrasto del fenomeno della prostituzione su strada, controllando persone, documenti e veicoli.  Sono state contestate n.2 violazione dell’ordinanza sopra indicata.

Uno dei  trasgressori è risultato risiedere fuori dal territorio comunale  e le persone dedite al meretricio sono risultate di  nazionalità rumena e albanese. Sono stati controllati i documenti dei veicoli e quelli abilitativi alla guida, risultati tutti regolari

Rassegna stampa

1 Commento

  1. Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).

Rispondi