Umbria Jazz 2020 edizione corta? E’ polemica, Pagnotta contro Spoleto 🔴 VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Jazz in august, Il sindaco Romizi, il vento del jazz torna a soffiare su Perugia

Umbria Jazz 2020 edizione corta? E’ polemica, Pagnotta contro Spoleto

Faccia a faccia tra il sindaco di Perugia, Andrea Romizi e il patron di Umbria jazz, Carlo Pagnotta. I due si sono incontrati ieri mattina in centro storico, due chiacchiere riprese da Pasquale Punzi. Il video finisce su Facebook. Pagnotta, che non ha peli sulla lingua, gliele ha cantate al sindaco, lamentandosi con lui sulla situazione che si è costretti a vivere quest’anno per Umbria Jazz a causa del coronavirus.

«Lo sto dicendo a tutti, perché questa buffonata deve finire. Vengo a sapere che hanno annunciato a Spoleto, e ancora in prefettura non sanno niente. Allora questo figli e figliastri deve finire». E lo sfogo di Carlo Pagnotta, ripreso dalla telecamera di Punzi.

La classica edizione estiva del 2020 non sarà a luglio come di consueto, ma solo quatto giornate ad agosto (dal 7 al 10) programmate in piazza IV novembre, ma mancano ancora i dettagli sulle disposizioni tecniche da seguire a causa emergenza sanitaria. «C’è un tavolo tecnico a breve, e sono convinto che troverà tutte le soluzioni» – ha risposto il sindaco a Pagnotta -.

Le disposizioni saranno discusse domattina in questura che aspetta il via libera della prefettura di Perugia per ufficializzare l’edizione corta del festival jazz post-Covid.

Il prefetto, nel corso di un Comitato per l’ordine e la sicurezza, ha analizzato il progetto proposto dalla fondazione Umbria Jazz, e sembra aver dato disponibilità, ma c’è qualcosa che non va e che dipende dallo spazio circostante. In sostanza ci sarà gente che resterà fuori, perché tutto sarà transennato: potranno accedere solo i possessori del biglietto. I posti a sedere saranno 240 ben distanziati, 900 persone in tutto lungo il Corso.


1 Commento

  1. Quando Pagnotta parla di figli e figliastri intende identificare i primi con Perugia vero? Da SEMPRE Spoleto è tagliata fuori da qualsiasi politica regionale, si informi Pagnotta. Ma forse è sordo a forza di ascoltare troppa musica.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*