Sir Volley, prime fatiche dell’anno al Palabarton

Sir Volley, prime fatiche dell'anno al Palabarton

Sir Volley, prime fatiche dell’anno al Palabarton

Ripresa stamattina l’attività in casa Sir Safety Susa Perugia. Dopo quattro giorni rigeneranti di completo riposo a cavallo di Capodanno, i Block Devils sono tornati stamattina nel quartier generale del PalaBarton per la prima seduta di lavoro del nuovo anno. Agli ordini del preparatore atletico Chittolini la squadra ha svolto una seduta in sala pesi per riprendere ritmo e tonicità muscolare, nel pomeriggio sul campo centrale dell’impianto di Pian di Massiano in programma l’allenamento tecnico.

È dunque di nuovo acceso il motore bianconero con coach Anastasi ed il suo staff che hanno programmato il lavoro in funzione dell’esordio nel 2023 di domenica 8 gennaio in trasferta a Verona ed in generale in vista di un gennaio certamente non intenso come i tre mesi precedenti, ma comunque ricco di partite importanti.

In Superlega Perugia giocherà quattro match con le trasferte impegnative di Verona, Modena (entrambe con diretta RaiSport) e Milano (nella cornice sempre affascinante del Forum di Assago) intervallate dalla sfida casalinga contro Padova. Gare nelle quali i Block Devils cercheranno di proseguire nel loro percorso fin qui estremamente positivo e di mantenere ben salda la vetta della classifica.

Due anche gli impegni in Champions con la Sir Sicoma Monini Perugia attesa dagli ultimi due match della Pool E, il primo in trasferta a Lubiana ed il secondo al PalaBarton contro Duren. C’è il discorso primo posto da chiudere quanto prima (a Perugia mancano due punti per la matematica certezza) per conquistare il pass diretto per i quarti di finale.

Tutto questo naturalmente con un occhio anche al futuro. Lo stesso Anastasi non ha nascosto che adesso l’obiettivo principale in ordine di tempo è la Final Four di Coppa Italia in programma alla fine del mese di febbraio e quindi certamente i ritmi non incalzanti di questo periodo consentiranno allo staff tecnico bianconero di poter puntare l’attenzione anche su aspetti analitici e di squadra da oliare e migliorare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*