Domenica di festa per celebrare il XIV Settembre 1860, Perugia nell’Unità d’Italia

dav

Domenica di festa per celebrare il XIV Settembre 1860, Perugia nell’Unità d’Italia

Le celebrazioni ufficiali, in ricordo della fine della dominazione pontificia e dell’annessione di Perugia al Regno d’Italia, si sono svolte in tre momenti distinti. Al Cimitero monumentale di Perugia è stata deposta dall’Amministrazione comunale (presente l’Assessore al Cultura, Leonardo Varasano, per l’occasione in fascia tricolore) una corona presso il Cippo che ricorda i caduti del 14 settembre. Presenti anche Erika Borghesi, per la Provincia di Perugia e la Consigliera comunale Maria Cristina Morbello.

L’Esercito italiano Comando Militare Umbria, con in testa il colonnello Comandante Vincenzo Nazzaro ha schierato il picchetto d’onore dei Granatieri della Caserma Garibaldi di Spoleto. Il Maggiore Carmelo Vitale, ha curato il cerimoniale. Presente per la Scuola Lingue Estere dell’Esercito il Maggiore Federico Gentili.

A Porta Sant’Antonio il Generale in congedo dei Bersaglieri, Franco Stella, coadiuvato dal Bers. Francesco Taddei, ha presenziato le celebrazioni in ricordo dell’ingresso dei bersaglieri in città. Schierata la Fanfara Umbria intitolata al borgarolo “Renato Salucci”.

Alla cerimonia ha assistito, in forma privata, il Sindaco Andrea Romizi con famiglia. A seguire, in una gremita chiesa di Sant’Antonio abate, S.E. Mons Marco Salvi, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Perugia – Città della Pieve, ha celebrato la Santa Messa per la Pace.

Infine, presso Porta Santa Margherita il Vice Presidente Regionale dei Granatieri, Maurizio Ceccotti, coadiuvato dal Gran. Leonardo Vergari, alla presenza del picchetto d’onore dei Granatieri, hanno deposto una corona a ricordo del sacrificio e dell’impresa dei Granatieri di Sardegna che qui hanno combattuto.

Nel pomeriggio, in Corso bersaglieri, esibizione della Fanfara dei bersaglieri di Torre Alfina (VT) che hanno allietato il folto pubblico presente. Al termine il Concerto / spettacolo “Chi per la Patria muor…” nella Chiesa di Sant’Antonio Abate, Coro lirico dell’Umbria con Sergio Briziarelli – Direttore.

Uno speciale ringraziamento al Vice Comandante della Scuola Lingue Estere dell’Esercito, Colonnello Maurizio Napoletano, che ha contribuito alla crescita della manifestazione. Un plauso all’Associazione Borgo Sant’Antonio Porta Pesa che da oltre 10 anni si occupa di mantenere vivo il ricordo del 14 settembre. Intanto la macchina organizzativa non si ferma. Nelle prossime settimane l’Amministrazione comunale formalizzerà la costituzione del “Comitato permanente per le Celebrazioni del XIV Settembre 1860”, per inserire stabilmente nel calendario cittadino questa importante ricorrenza.

www.borgosantantonio.com/memorie-per-il-futuro-4/

 

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*