Ex prete accusato di atti sessuali su minori nel centro accoglienza

Rinviata al 11 giugno la requisitoria del PM e delle parti civili, poi il 18 giugno la difesa

Ex prete accusato di atti sessuali su minori nel centro accoglienza

Ex prete accusato di atti sessuali su minori nel centro accoglienza

Ex prete accusato – L’ex sacerdote sessantenne, già allontanato dalla Chiesa cattolica 20 anni fa, è al centro di un processo presso il Tribunale di Terni. Nonostante il suo allontanamento, l’uomo aveva continuato a indossare la tonaca e a celebrare messa senza averne il titolo, anche presso il centro di accoglienza Don Bosco di Villanova di Orvieto.

Le indagini condotte dalla Polizia di Orvieto hanno portato alla sua denuncia, grazie alla testimonianza di un giovane ospite maghrebino della struttura, che ha denunciato di essere stato oggetto di molestie da parte dell’ex prete. Secondo le accuse, l’uomo avrebbe minacciato di allontanare il ragazzo dal centro se non avesse ceduto alle sue continue pressioni sessuali. Ad altri giovani ospiti, inoltre, avrebbe proposto soldi in cambio di rapporti sessuali, approfittando della sua posizione di responsabilità all’interno della struttura.

L’ex sacerdote era già stato denunciato in precedenza per reati di prostituzione minorile presso la stazione Termini di Roma. Ora, a Terni, si è chiusa la fase istruttoria del processo a suo carico, con il rinvio della requisitoria del Pubblico Ministero e delle parti civili all’11 giugno, e quello della difesa al 18 giugno. L’uomo dovrà rispondere di atti sessuali nei confronti di minori, sostituzione di persona e prostituzione minorile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*