Coronavirus, situazione seria, ma regole vanno rispettate, parla la scienziata

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, un caso positivo anche a Trevi, è ricoverato in ospedale

Coronavirus, situazione seria, ma regole vanno rispettate, parla la scienziata

“La situazione è molto seria perché il personale sanitario ha sottovalutato le cose”. A parlare con la nostra redazione è una scienziata che lavora in un ospedale italiano, al Nord, aggiungendo che “molto spesso il personale, come nel caso di diversi specializzandi, non si sa proteggere: va ad aiutare chi sta male ed è qui che si creano dei disordini pazzeschi”.

Com’è la situazione? “In ospedale la situazione è tragica dal punta di vista del contagio, causato anche dagli operatori sanitari che non si proteggono”.

Ma c’è anche un altro problema: “Occorrerebbe uniformare le terapie a livello nazionale, ci sono centri che iniziano la terapia antivirale altri no, anche lì è necessario valutare molto attentamente quello che viene fatto”.

E poi aggiunge che “i messaggi che circolano in questi giorni su WhatsApp, social e varie chat, sono molto terroristici, non sono del tutto veritieri”

E riferendosi ai respiratori conclude dicendo: “Sono sufficienti,  c’è un organizzazione che permette il controllo del virus, la cosa più importante è che la popolazione rispetti le regole. Al momento gli assembramenti tra le persone nei vari centri di aggregazione vanno evitati”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*