Puletti e Mancini (Lega): solo ora la sinistra vuole valorizzare sanità umbra

Puletti e Mancini (Lega): solo ora la sinistra vuole valorizzare sanità umbra. "Solo ora alza difende presidi ospedalieri dell'Alto Tevere"

Puletti e Mancini (Lega): solo ora la sinistra vuole valorizzare sanità umbra

“Prima di emettere sentenze il consigliere del PD Michele Bettarelli farebbe bene a informarsi circa l’iter procedurale di approvazione del nuovo Piano Sanitario Regionale, un documento che gli umbri aspettano da circa dieci anni, ma che solo oggi, grazie all’assessore Luca Coletto e alla presidente Donatella Tesei, vedrà la luce dopo un serie di incontri sui territori e il passaggio obbligato nell’apposita Commissione regionale”: lo dicono i consiglieri regionali Manuela Puletti e Valerio Mancini (Lega).


Fonte Acs 


“Negli ultimi anni – proseguono – non c’è mai stato interesse da parte del Partito democratico al governo della Regione nel voler sviluppare un percorso strategico di riorganizzazione e valorizzazione della sanità umbra, delle sue professionalità e delle sue strutture. Soltanto adesso sentiamo la sinistra alzare la voce per difendere i presidi ospedalieri dell’Alto Tevere, dopo una pandemia mondiale che ha scosso gli equilibri dell’intero Paese e nell’evidenza di una risposta sanitaria regionale all’emergenza su cui già gravava la vicenda ‘Concorsopoli’, che ha rivelato tutte le incongruenze di una gestione di sinistra approssimativa e autoreferenziale.

Invece soltanto ora – sottolineano Puletti e Mancini – sentiamo parlare di problematiche come liste di attesa, disagi e carenza di personale che sembrano quasi essere responsabilità recente della Lega e del centrodestra, ma che invece rappresentano quelle criticità croniche della sanità umbra e dell’Alto Tevere che i cittadini conoscono molto bene e a cui il PD non ha mai voluto porre rimedio, favorendo così negli anni il ricorso sempre più frequente alla sanità privata”.

“L’assessore Coletto e la presidente Tesei – continuano i consiglieri – hanno piena coscienza della situazione sanitaria nell’Alto Tevere, avendo sviluppato degli incontri sul territorio, nel pieno della condivisione e della partecipazione, utili alla redazione del nuovo Piano Sanitario Regionale che sarà anche oggetto, qualora il consigliere Bettarelli non lo sapesse, di discussione e confronto nelle apposite Commissioni consiliari, di cui lui stesso fa parte.

Nessun territorio verrà ignorato, nessun cittadino sarà lasciato indietro, il nostro obiettivo – concludono – è quello di rimettere al centro il paziente e offrire servizi sempre più capillari, efficienti e universali”.

RED/pg link alla notizia: http://www.consiglio.regione.umbria.it/node/70395

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*