Lega: a Terni tari sotto media nazionale lavoriamo per servizi più funzionali

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega: a Terni tari sotto media nazionale lavoriamo per servizi più funzionali

Lega: a Terni tari sotto media nazionale lavoriamo per servizi più funzionali

Lega: “A Terni la Tari è sotto la media nazionale. Lavoriamo per rendere i servizi sempre più funzionali” “Secondo uno studio condotto su 105 città Italiane capoluogo di provincia, riferendosi al quinquennio 2016-2020, la TARI nel 2020, ad una famiglia di 4 persone, é costata mediamente 306,69 euro con un incremento di + 0,8% dal 2019 al 2020, e di + 2,4% nel quinquennio 2016-2020. Grazie al buon governo della Lega, a Terni, la tariffa si è mantenuta costantemente e largamente al di sotto della media nazionale”.

Così la nota dei consiglieri comunali della Lega Terni. “Non abbiamo messo le mani nelle tasche dei nostri concittadini. A Terni – aggiungono i consiglieri- nel 2020 si è pagata una cifra pari a 256,40, tariffa che dal 2016 è scesa del 7%. Ciò testimonia un risparmio consistente dei ternani rispetto al resto del paese, che si è consolidato ed ampliato col trascorrere degli anni, da circa -24 euro annui di differenza nel 2016, si è passati agli attuali -50 euro, soldi in più che i nostri concittadini hanno potuto utilizzare per la loro gestione quotidiana”.

Grazie al buon lavoro della partecipata Asm e all’impegno di tutti i cittadini- prosegue la nota- il servizio di raccolta differenziata, in termini percentuali, è stato uno dei più efficienti in Italia. Noi della Lega abbiamo sempre puntato molto sul decoro urbano, e possiamo costatare come la città, da quando si è insediata questa giunta, sia effettivamente più pulita, ordinata e decorosa. Come amministrazione abbiamo in cantiere progetti importanti e lungimiranti per migliorare il ciclo dei rifiuti”.

Stiamo lavorando– concludono i leghisti- affinché la nostra comunità possa usufruire di servizi sempre più qualificati e funzionali. Il nostro obiettivo è gravare meno possibile sui bilanci delle famiglie, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, cercando comunque di garantire e potenziare la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*