Gruppi di lavoro Lega Perugia, proposte per la cultura, bilancio, famiglia e infanzia

Gruppi di lavoro Lega Perugia, proposte per la cultura, bilancio, famiglia e infanzia

Gruppi di lavoro Lega Perugia, proposte per la cultura, bilancio, famiglia e infanzia

Recentemente i Gruppi di Lavoro Lega, che supportano l’azione dei consiglieri al Comune di Perugia, hanno approntato una serie di proposte che, codificate in progetti di massima, verranno gradualmente presentate in Consiglio per la discussione. Perugia ha un importante tradizione legata alla cultura e al turismo, ma è sempre risultato difficile valorizzarla, mancando un’offerta capace di mettere in relazione efficace questi due elementi.

Proverà a farlo il Gruppo Lega Cultura, con la proposta intitolata “Officina del Turismo e della Cultura”. Il progetto, che potrà avere la sua sede di riferimento negli spazi comunali sottostanti l’ex ospedale di Santa Maria della Misericordia, (via Oberdan – 4000 mq) sarà il contenitore di due realtà dalle specifiche vocazioni: il Centro Perusi@ e il PAC M.

Il Centro PERVSI@, andrà a costituire il tradizionale museo della storia cittadina, utilizzando le tecniche virtuali e computerizzate più avanzate, spaziando dalla Perugia preistorica alla storia più recente, passando per le identità di città musicale, universitaria e della cioccolata.

Il PAC M (Perugia Arte Contemporanea Museum), potrà essere il vero hub artistico della città, all’interno del quale si svolgeranno formazione, dibattito, esposizione e creazione d’arte. Oltre a rilanciare la mostra permanente delle opere di Dottori, ospitata nel vicino Museo Civico di palazzo della Penna, il PAC M interagirà con l’Accademia di Belle Arti, l’Istituto Italiano di Design e la Galleria Nazionale dell’Umbria. Obbiettivo principale sarà fare di Perugia una delle maggiori Fiere Mondiali dell’Arte Contemporanea, appoggiandosi alle note Art Basel (BaselMiami-Hong Kong), Frieze Londra, Fiac Parigi, Abu Dhabi Art Fair.

Non è tutto. Il dialogo strettissimo che “l’Officina Turismo e Cultura” realizzerà con i principali rappresentanti cittadini del mondo della ristorazione e della ricezione porterà alla creazione di pacchetti turistici, destinati a raccogliere e catalizzare l’afflusso di visitatori reso possibile dall’organizzazione di eventi di alto richiamo sotto il duplice punto di vista del turismo culturale e di quello esperienziale. Ma soprattutto sarà utile a rilanciare in Italia e nel mondo il brand di Perugia come città unica al mondo, caratterizzata da radici profonde e con una forte capacità di proiezione verso il futuro

Tre interessanti proposte scaturiscono invece dal lavoro del Gruppo Bilancio Lega. La prima, riguardante il tema dell’intercettazione dei fondi europei e nazionali, propone la creazione di un “Ufficio Fondi Europei” composto da un esperto di bandi europei, da reperire esternamente, e da un project manager capace di gestire l’iter del progetto. L’ufficio dovrebbe dare consigli ai vari enti, uffici e dipartimenti che hanno necessità di reperire finanziamenti. Potrebbe svolgere tale attività, eventualmente a pagamento, anche per i comuni limitrofi, così anche da auto-finanziarsi. Il sostegno della struttura è da reperirsi con i nuovi fondi di investimento stanziati dalla finanziaria.

Segue la proposta, già compilata, di istituire un “Pool antievasione” per fare fronte alla rilevante mancanza di entrate TARI pregresse, che rimangono crediti difficilmente esigibili. Per ovviare a tale situazione si prevede un pool formato da agenti di Polizia Locale che vadano fisicamente sul territorio per monitorare se le attività commerciali e gli immobili civili sono censiti e gli inquilini sono dichiarati, incrociando i dati con quelli risultanti al Comune.

Per il contrasto alla morosità, tale pool dovrà procedere alla consegna diretta nelle case e nei negozi dei solleciti e degli avvisi di accertamento; l’azione, svolta a mano e personalmente dell’agente, per esperienza di altri Comuni, risulta avere una forza persuasiva maggiore e pertanto permette di recuperare il credito prima di procedere al trasferimento del credito alla riscossione. Il pool rientra nelle spese correnti, senza maggior addebito.

Il Gruppo Bilancio lega, ha messo quindi a punto la proposta di una “Struttura di controllo gestione”, per sopperire alla mancanza – a livello comunale – di un controllo generale dei costi e della effettività delle forniture all’ente. La proposta, già formulata e strutturata, prevede la creazione di un ufficio di controllo gestione, con il potere di richiedere documentazione agli altri uffici e l’esame attraverso un programma di ERP (enterprise resource planner), simile a quello già in dotazione della Regione. Questa struttura potrebbe essere utilizzata anche per il controllo delle risorse e degli impieghi delle società controllate e partecipate.

Un approfondito lavoro sul tema dell’alloggio sociale, la cui funzione è di garantire una casa a famiglie ed individui svantaggiati che non possono procurarsi un tetto secondo i prezzi del libero mercato, è stato infine svolto dal Gruppo Famiglia e Infanzia Lega. In considerazione che spetta ai singoli comuni le concrete assegnazioni degli alloggi sociali, il Gruppo ha elaborato un pacchetto di nuove proposte – raccolte sotto il titolo “Analisi casa” e pronte per la discussione – di riordino dell’intero sistema dei criteri per le graduatorie delle assegnazioni che – abbandonando l’idea della assegnazione come una sorta di tessera a punti – possa offrire un reale sostegno a famiglie, cittadini e categorie sociali in difficoltà, con una particolare considerazione per il fenomeno della disabilità e delle nuove povertà insorte a seguito della crisi economica.

Tutte le proposte elaborate dai Gruppi di Lavoro Lega, verranno gradualmente calendarizzate e discusse in Consiglio comunale.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
4 + 14 =