Bagni chimici nello spazio giochi dei bambini, non è proprio il caso

 
Chiama o scrivi in redazione


Bagni chimici nello spazio giochi dei bambini, non è proprio il caso

di Gino Goti
Molti cittadini sono contenti del prossimo inizio dei lavori per la costruzione dei nuovi uffici comunali, lavori iniziati con la delimitazione dell’area e, purtroppo, la limitazione dello spazio per il parcheggio e per il mercato. Ma quello che i residenti e i frequentatori dell’area del parco Bellini confinante con il Centro Socio Culturale 1° Maggio e il CVA ritengono spiacevole è il posizionamento dei bagni chimici del cantiere, sistemati in uno spazio-giochi per i bambini e di fronte alle panchine dove solitamente prendono posto, all’ombra, anziani, mamme e nonne con carrozzine e passeggini e i ragazzi più grandi dopo il gioco e una bevuta alla fontanella del parco.

© Protetto da Copyright DMCA

Una sistemazione in una zona non idonea e scomoda per gli operai del cantiere se…dovessero fare una sveltezza. “Comunque – ha detto un anziano che osservava il nostro sopralluogo – ce sono le piante davanti al cantiere se dovesse esse ‘na cosa urgente. E poi li potevano lascià dove erano per il mercato, proprio su un angolino dello spazio recintato!”

Letteralmente indignati i responsabili del Centro Socio culturale, impegnati tutti i giorni a tenere in ordine la zona di loro competenza ed ora…”ci troviamo quella bruttura, posta in uno spazio riservato ad attività ludiche e tempo libero, luogo di incontro di giovani e anziani che vedono ridotto lo spazio per fare, soprattutto per i giovani, alcune attività.

Qui – dicono ancora – si allestiscono campetti di volley e di basket per le giornate dello sport, qui per Velimna ed altri eventi trovano spazio bancarelle e stand espositivi. Siamo veramente dispiaciuti e sorpresi che non si sia trovata una soluzione diversa e meno invasiva in zone adibite ad attività ricreative e sociali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*