Ancora maltempo, allerta gialla in Umbria, previsti tuoni, fulmini e temporali

L'inizio della nuova settimana segnerà l'arrivo di aria fredda dalla Russia

Ancora maltempo, allerta gialla in Umbria, previsti tuoni, fulmini e temporali

Ancora maltempo sull’ Italia, con nuove precipitazioni sulle aree tirreniche, specie quelle meridionali, e venti di burrasca al sud. Ad annunciarlo e’ il Dipartimento della protezione civile che ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteo avverse. L’ avviso prevede dal primo mattino di oggi, domenica 18 marzo, “venti di burrasca dai quadranti occidentali, su Sicilia, Calabria e Basilicata, in estensione alla Campania. Possibili mareggiate lungo le coste esposte”.

Dal tardo mattino di domani sono invece attese “precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania e sui settori tirrenici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’ , frequente attivita’ elettrica e forti raffiche di vento“.

Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata, sempre per domani, allerta gialla sui bacini di Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Lazio e sui bacini occidentali di Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Calabria. Permane l’ allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’ Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale e’ in corso “un continuo e attento monitoraggio”.

L’inizio della nuova settimana segnerà l’arrivo di aria fredda dalla Russia. Seppur nulla di eccezionale, sarà una massa d’aria interessante per il periodo e alle soglie della Primavera astronomica. Si apre dunque un periodo decisamente sotto le medie del periodo sulla Penisola mentre si prolungherà sul resto dell’Europa centro settentrionale che viene maggiormente coinvolta dal nucleo più freddo. Molte delle nostre regioni potranno così assaporare gli effetti di questa fase simil invernale il cui apice sarà tra martedì 20 e venerdì 23.

PIOGGIA MA ANCHE NEVE A BASSA QUOTA – Lunedì 19 l’aria fredda, sotto forma di venti di Bora e Tramontana, verrà richiamata da una circolazione di bassa pressione in formazione sul Mediterraneo. Il tempo instabile lo ritroveremo maggiormente al Centro Sud e sul Nord Est con neve via via a quote basse sulla dorsale centro settentrionale, a tratti anche in pianura su Emilia ( fiocchi non esclusi su Bologna), mista a neve sulle pianure di Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Calo termico

Tra martedì 20 e mercoledì 21 le condizioni di instabilità si concentreranno al Centro Sud e Sardegna con rovesci e temporali ma anche nevicate sui rilievi fino a quote collinari. Nei giorni a seguire la bassa pressione si porterà verso lo Ionio coinvolgendo ancora il Sud ed il Medio Adriatico. Nel weekend cambierà la massa d’aria con l’arrivo di una perturbazione atlantica ma non la sostanza perchè il tempo sarà poco votato alla stabilità.

TEMPERATURE SOTTO MEDIA – Nel frattempo si andranno intensificando le fredde correnti settentrionali che favoriranno un miglioramento al Nord ma abbasseranno ulteriormente le temperature di qualche grado, specie sui versanti adriatici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*