Arpal Umbria: arrivano gli impegni da agenzia e Regione, sospeso lo stato di agitazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Arpal Umbria: arrivano gli impegni da agenzia e Regione, sospeso lo stato di agitazione

Arpal Umbria: arrivano gli impegni da agenzia e Regione, sospeso lo stato di agitazione

Arrivano gli impegni da parte dell’amministrazione Arpal e della Regione Umbria e i sindacati dei lavoratori impegnati nei servizi per le politiche attive del lavoro sospendono momentaneamente lo stato di agitazione “in attesa di verificare quanto annunciato entro la fine di questo mese”.

© Protetto da Copyright DMCA

Il passo avanti nella difficile vertenza dei lavoratori Arpal (ex centri per l’impiego e area formazione) è arrivato oggi, venerdì 15 novembre, dal tavolo di conciliazione istituito in prefettura a Perugia tra i sindacati, Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl dell’Umbria, l’amministrazione Arpal e la Regione Umbria.

“Un primo importante impegno preso dalle controparti sarà quello del prossimo 25 novembre, quando sarà costituito il Fondo economico 2019, necessario per poter ragionare dell’utilizzo e dell’applicazione degli istituti contrattuali”, spiegano i sindacati. “Il secondo importante impegno – continuano – è l’appuntamento nel mese di dicembre per un ulteriore tavolo di confronto con amministratori Arpal e Regione, nel quale saranno affrontate le problematiche inerenti gli aspetti organizzativi e il piano di rafforzamento dei servizi per le politiche attive per il lavoro”.
Agitazione sospesa dunque, “ma pronta a ripartire con più forza qualora – come spiegano le organizzazioni sindacali – le richieste alla base della vertenza non fossero soddisfatte”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*