Sparò alla sorella, chiesti 10 anni per l’imprenditore, si torna in aula il 26

 
Chiama o scrivi in redazione


Sparò alla sorella, chiesti 10 anni per l'imprenditore, si torna in aula il 26

Sparò alla sorella, chiesti 10 anni per l’imprenditore, si torna in aula il 26

Sono stati chiesti dieci anni di condanna per l’imprenditore marscianese che lo scorso gennaio sparò tre colpi di fucile ferendo in maniera gravissima la sorella e in maniera lieve il fidanzato di lei.

È quanto sollecitato in aula dal pubblico ministero Patrizia Mattei al termine della requisitoria nel processo per tentato omicidio. A luglio la procura della città ducale ha notificato all’uomo la richiesta di giudizio immediato, ma la difesa ha chiesto il rito abbreviato condizionato a una perizia balistica, poi diventato abbreviato dopo il diniego del gip.

Si tornerà in aula il prossimo 27 novembre. La parola spetterà al difensore del marscianese, l’avvocato Claudio Sforza del foro di Roma e alla parte civile, l’avvocato Antonio Cozza che assiste la sorella dell’uomo. I fatti si sono verificati a San Valentino della Collina, località di Marsciano, il 16 gennaio scorso. L’uomo sparò dalla finestra del bagno della sua abitazione con un fucile di calibrò 12 regolarmente detenuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*