Sono i padroni della piazza, nessuno riesce a fermarli, Brunetti scrive alla Polizia locale

Sono i padroni della piazza, nessuno riesce a fermarli, Brunetti scrive alla Polizia locale

Sono i padroni della piazza, nessuno riesce a fermarli, Brunetti scrive alla Polizia locale

Un altro fatto ancora da scrivere e che non può passare inosservato. A riferirlo è sempre l’agente notturno Lorenzo Brunetti. E’ chiaro che stiamo parlando di Fontivegge, ma questa volta Brunetti da semplice cittadino e residente in via Mario Angeloni, prende carta e penna e scrive alla Polizia Municipale inviando una segnalazione, raccontando quanto accaduto questa mattina (5 settembre 2021 ndr) alle prime luci dell’alba.

“Alle ore 7:30 circa – scrive – uscendo di casa con il cane, notavo accanto all’ingresso del portone del palazzo, un gruppo di sudamericani, riconosciuti in quanto residenti nello stesso stabile in cui risiedo, seduti con bottiglie di alcolici in mano e musica con volume molto alto. Proseguendo pochi metri verso il lato opposto alla loro direzione, mi sento chiamare alle spalle da un soggetto di nazionalità Domenicana, il quale in evidente stato di ebbrezza mi invita a registrare un video della loro presenza. lo senza rispondere proseguo in quanto ero di fretta, avendo un appuntamento poco distante in un altro edificio della zona. Arrivato all’altezza del ponte vicino la pista di skate di Piazza del Bacio, vedo due vetture dei Carabinieri dirigersi con sirene alternate, proprio verso il gruppo di sudamericani, ma non mi fermo ad osservare la scena in quanto diretto verso altra destinazione”.

Brunetti si rivolge alla Polizia locale che, fino a prova contraria, è sempre presente sul posto e presidia la zona continuamente, da via del Macello a Piazza del Bacio, dalle scalette della piazza alla Stazione e viceversa ed interviene ogni qualvolta lo ritiene necessario. “Alle ore 8 – continua Brunetti – durante il ritorno presso la mia abitazione, notavo ancora il gruppo di sudamericani sempre seduti nello stesso luogo vicino l’ingresso di casa, ancora con la musica accesa. Con fare arrogante lo stesso soggetto di prima, vantandosi che nonostante il passaggio dei Carabinieri non fosse cambiato niente, faceva intendere di essere liberi di fare quello che vogliono. Subito dopo sento gli altri componenti aggiungere altri commenti ma di cui però non ricordo esattamente il contenuto, gli stessi mi indicano di andarmene e di fare rientro a casa con il gesto del dito medio nella mia direzione. Durante l’apertura del portone di ingresso vedo avvicinarmi a me due donne, sempre residenti del palazzo, le quali mi invitavano a fare rientro frettolosamente e senza fare storie”.

“Questo gruppo di sudamericani – aggiunge –  è lo stesso che da mesi bivacca in Piazza del Bacio, già all’attenzione degli operatori ONE, lo stesso sanzionato pochi giorni fa dalla Polizia Locale sulle scalette della Piazza, nonostante la sfacciataggine mostrata verso gli agenti in quella circostanza, continuano ad aggiungere altro disagio ai residenti che – conclude Brunetti – da tempo chiedono un’allontanamento definitivo dal palazzo”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*