Perugia blindata per la manifestazione antifascista, c’è anche neve FOTO E INTERVISTA

Presenti alla manifestazione i centri sociali ma anche rappresentanti Anpi, attivisti Lgbti ed esponenti di movimenti politici

Perugia blindata per la manifestazione antifascista, c’è anche neve

PERUGIA – Perugia blindata oltre che imbiancata durante la manifestazione di Perugia Antifascista dopo i fatti di Ponte Felcino, per il quale risultano indagati due attivisti di Potere al Popolo e tre di Casapound. Il maltempo non ha fermato il corteo che come programmato è partito alle ore 15 da piazzale Bove, attraversando una parte di via della Pallotta e poi salendo in piazza Partigiani da via dei Filosofi, fino al centro di Perugia dove gli attivisti si sono ritrovati per il comizio finale. La questura di Perugia ha attuato specifici servizi di controllo per prevenire qualsiasi problema di ordine pubblico, visto anche quanto avvenuto recentemente in altre città in occasione di cortei politici.

Presenti alla manifestazione i centri sociali ma anche rappresentanti Anpi, attivisti Lgbti ed esponenti di movimenti politici. Andrea Ferroni di Potere al Popolo dal megafono ha espresso solidarietà «ai due attivisti aggrediti da quelli di CasaPound», in relazione ai fatti avvenuti a Ponte Felcino la sera dello scorso 21 febbraio. «Le organizzazioni fasciste – ha detto Ferroni – vanno sciolte perché sono anticostituzionali e lo Stato deve farsene carico. Sono sempre pronte a manganellare chi protesta per un posto di lavoro e chi vuole difendere la scuola pubblica. Nessuno fa nulla».

corteo-antifascista8
abbasso-casapound
corteo-antifascista9
corteo-antifascista10
corteo-antifascista6
corteo-antifascista7
corteo-antifascista5
corteo-antifascista4
corteo-antifascista3
corteo-antifascista2
corteo-antifascista1
corteo-antifascista

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*