Neonato morto a Terni, probabile test Dna sul compagno donna

Neonato morto a Terni, probabile test Dna sul compagno donna

Neonato morto a Terni, probabile test Dna sul compagno donna. La 27enne di Terni e madre del neonato abbandonato e poi trovato morto in un parcheggio dell’Eurospin resta in carcere, in cella di isolamento, a Capanne di Perugia. Le indagini continuano per chiarire alcuni elementi poco chiari della faccenda. Il gip, Natalia Giubilei, fa infatti respinto la richiesta degli arresti domiciliari presentata da Alessio pressi, legale della donna, e non ci sarà neppure l’effettuazione della perizia psichiatrica con la formula dell’incidente probatorio.

La procura ha invece disposto che la donna venga sottoposta, all’interno del carcere, a delle visite mediche, da quelle ginecologiche, a quelle psicologiche. L’avvocato ieri mattina ha depositato l’istanza del Riesame, il difensore ha chiesto anche la sostituzione della misura cautelare del carcere con quella dei domiciliari fino a quando si troverà una struttura residenziale disposta ad accogliere la ragazza.

LEGGI ANCHE: Neonato morto Terni, la madre 27enne resta in carcere

Anche i rapporti tra la 27enne e il compagno e i suoi sono sotto la lente degli inquirenti. La donna ha dichiarato di avere avuto sempre rapporti buoni, ma questo non risulterebbe. Si parla di incomprensioni con la madre e, da quanto appreso, pare ci sia stato un pugno che l’uomo le avrebbe dato deviandole il setto nasale. Aggressione che la 27enne non ha mai denunciato.

E’ quanto detto dalla donna durante l’interrogatorio, ma la sua versione alimenta non pochi dubbi. L’uomo potrebbe essere sottoposto al test di DNA. Il compagno intanto ha riconosciuto il figlio. Al piccolo è stato dato il nome di Giuseppe, come il nonno materno. Le esequie del piccolo si svolgeranno in forma privata e a pagare le spese sarà il comune di Terni. I familiari hanno deciso di non voler pagare né i funerali, né le spese legali della ragazza.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*