Fidanzata del figlio non piace ai genitori e lui da di matto, chiamata polizia

Ruba soldi e pacchetti di sigarette, il giorno di Pasqua, ma è senza scampo

Fidanzata del figlio non piace ai genitori e lui da di matto, chiamata polizia

A seguito della segnalazione al numero unico di emergenza 112, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto sono intervenuti per una lite in atto tra genitori e figlio. I poliziotti della Sala Operativa hanno appreso dalla richiedente che il figlio si era presentato a casa con la fidanzata, circostanza che aveva fatto scaturire la lite.

Da quanto riferito dalla madre del ragazzo, infatti, al disappunto mostrato dai genitori alla presenza della compagna del figlio, il giovane sarebbe andato in escandescenza, prendendo a calci una porta e lanciando una tazzina da caffè a terra. I genitori, allarmati, temendo che la situazione potesse degenerare, hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. Il giovane, a quel punto, si è allontanato in compagnia della fidanzata.

Giunti sul posto, i poliziotti non hanno trovato il figlio della richiedente che, sentita dagli agenti, ha confermato quanto dichiarato alla Sala Operativa.

Constatato che i genitori non necessitavano di cure e che la situazione era tranquilla, gli agenti hanno informato la madre della possibilità di rivolgersi ad apposite strutture specializzate come i Centri antiviolenza, invitandola a richiamare il numero di emergenza in caso di bisogno.

La Questura di Perugia, alla luce di quanto accaduto a Spoleto, ricorda che la Polizia di Stato ha messo a disposizione dei cittadini l’app “YouPol” che consente di segnalare anche in forma anonima, oltre a episodi di spaccio e bullismo, anche reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*