Due stranieri litigano per un monopattino, calci all’auto della polizia

Si tratta di un magrebino che ha picchiato un cinese

Due stranieri litigano per un monopattino, uno prende a calci auto polizia

Due stranieri litigano per un monopattino, uno prende a calci auto polizia

Due stranieri litigano

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti in Piazza Fortebraccio dove era stata segnalata una lite tra due cittadini stranieri. Gli operatori, giunti sul posto, hanno trovato solo uno dei due litiganti, poi identificato per un cittadino cinese, classe 1988, in palese stato di alterazione psicofisica e con alcuni segni di colluttazione sul volto.

Il cinese dà di matto nell’auto della polizia

Sentito dagli agenti, il 34enne ha mostrato fin da subito un atteggiamento oppositivo, urlando e inveendo contro i poliziotti. Appresa l’impossibilità del personale del 118 di portarsi sul posto per prestare le prime cure, gli operatori lo hanno fatto salire sulla volante per accompagnarlo al pronto soccorso. L’uomo, però, durante il tragitto, ha iniziato a scalciare e a tirare pugni contro il divisorio dell’auto di servizio, costringendo gli agenti a contenerlo con gli strumenti in dotazione.

Arrivati in ospedale, il 34enne ha proseguito con la propria condotta aggressiva nei confronti degli agenti e del personale sanitario fino a quando non è arrivata la compagna.

Dopo averlo tranquillizzato, la donna ha raccontato agli operatori che il fidanzato era stato picchiato da un cittadino magrebino che, per errore, si era impossessato del monopattino del compagno pensando fosse di un suo amico.  Temendo volesse rubarlo, il 34enne si era scagliato contro lo straniero che si era difeso prendendolo a pugni e dandosi alla fuga.

Terminati gli accertamenti di rito, gli agenti lo hanno affidato alla cura dei sanitari e deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*