Carceri umbri in crisi, sopralluogo Verini commissione bicamerale antimafia 🔴 [Video]

L'azienda agraria interna al carcere, precedentemente un modello di riabilitazione

Carceri umbri in crisi, sopralluogo Verini commissione antimafia

Carceri umbri in crisi – “L’emergenza carceri deve riguardare tutti perché è un’emergenza di sicurezza. Quando un detenuto o una detenuta sconta la propria pena, uscendo dal carcere dopo un percorso di rieducazione e riabilitazione, poi non torna a delinquere.” Lo ha detto il Senatore PD Walter Verini commissione bicamerale antimafia  dopo il sopralluogo effettuato al carcere di Capanne.

Nel recente sopralluogo al Carcere di Capanne, il Senatore PD Walter Verini ha espresso preoccupazione per la condizione delle carceri umbre e la crisi sistemica che le affligge. Verini ha rivelato che la situazione è speculare a quanto accade nelle strutture carcerarie di Terni, Spoleto e Orvieto, senza distinzione da altre realtà nazionali.

L’episodio del recente tentativo di fuga, che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche, ha sollevato ancora una volta l’allarme riguardo alla sovraffollamento e alla mancanza di personale qualificato. Inoltre, Verini ha citato i problemi derivanti dalla presenza di detenuti psichiatrici provenienti da varie regioni italiane, accentuando il problema di una reale cura e riabilitazione. Questa crisi si estende anche alle recenti tragiche vicende carcerarie avvenute a Torino. L’appello al Ministro Nordio è chiaro: è necessaria una presa di posizione più incisiva, meno enfasi nelle interviste e più azione concreta.

Richieste di Intervento e Cambiamento

Il Senatore Verini ha puntualizzato che è indispensabile un intervento strutturale che riguardi non solo l’arrivo di nuovo personale, ma anche l’implementazione di figure apicali e competenze specifiche. In particolare, il carcere di Perugia necessita di un adeguato supporto psicologico e di formazione professionale. Verini ha sollecitato il coinvolgimento anche della Regione Umbria, sottolineando l’importanza di garantire risorse finanziarie adeguate per migliorare le condizioni dei detenuti e favorire la loro rieducazione e reintegrazione sociale. L’azienda agraria interna al carcere, precedentemente un modello di riabilitazione attraverso il lavoro, è ora in stato di arresto, rivelando ulteriori sfide da affrontare.

Un Appello Urgente per il Cambiamento

Il Senatore Verini ha concluso la sua dichiarazione sottolineando l’urgenza di affrontare questa emergenza carceraria come una priorità di sicurezza nazionale. Ha sottolineato che investire nella rieducazione e riabilitazione dei detenuti è fondamentale per prevenire la recidiva e per contribuire a una società più sicura e stabile. L’appello è chiaro: è tempo di agire concretamente e risolutamente per affrontare le sfide delle carceri italiane e garantire una riforma sostanziale e duratura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*