Serata dedicata alla musica brasiliana questa sera ad Umbria Jazz

Doppio appuntamento questa sera, sul palco dell'Arena del Santa Giuliana, con Gilberto Gil e Margareth Menezes

Serata dedicata alla musica brasiliana ad Umbria Jazz. Doppio appuntamento questa sera, sul palco dell’Arena del Santa Giuliana, con Gilberto Gil e Margareth Menezes.

di Luana Pioppi

Gilberto Gil torna ad Umbria Jazz. Uno dei più importanti e noti musicisti brasiliani, nato nel Salvador il 26 giugno 1942, ha preso parte a diverse edizione estive della manifestazione, di cui due volte insieme a Caetano Veloso.
Gil questa sera, dalle ore 21, rievocherà e celebrerà,a 40 anni di distanza, uno dei suoi progetti più belli ed emotivamente coinvolgenti. Il titolo è Refavela 40, dal disco che Gil incise nel 1977 dopo aver partecipato al festival di musica africana di Lagos, Nigeria. Un disco dedicato alle favelas, tipologia urbanistica e sociale, soprattutto metropolitana, che, come Gil ebbe modo di vedere, non cambiava molto da Lagos a Salvador de Bahia e nel resto del Brasile. Musicalmente, uno dei dischi più “africani” di Gil con forti venature funk. Anche per questo, è considerato un lavoro ponte tra l’Africa e la parte più Nera del Brasile. In questa operazione di rivisitazione, 40 anni dopo, con Gil ci sono il figlio Bem, Chiara Civello, Mayra Andrade e Mestrinho. Gil non è soltanto una leggenda della Musica Popolare Brasiliana, che ha contribuito a portare a livelli artistici di assoluta eccellenza, ma una icona della musica del mondo per aver saputo incrociare le ricchissime tradizioni del suo paese, in particolare quelle di Bahia, con le radici africane da un lato e i nuovi suoni (rock, pop, reggae) dall’altro. Una operazione di “internazionalizzazione” della cultura Brasiliana che già negli anni 60, proprio grazie a Gil, Caetano Veloso ed altri, assunse i caratteri estetici e programmatici del Tropicalismo, e che continuo’ con il forzato esilio, in seguito alla dittatura militare, di Gil, Veloso e altri esponenti di quel movimento nei paesi europei. Una vicenda artistica straordinaria, quella dell’artista baiano (60 dischi, 9 Grammy) ma anche intellettuale e politica: Gil e’ stato ministro della cultura del Brasile, in Francia gli è stata assegnata la Legion d’Honneur, è stato nominato dall’Unesco Artist for peace e Ambasciatore della FAO. Un personaggio di raro carisma nella scena della musica mondiale.

 

LEGGI ANCHE: Umbria Jazz 18, ecco alcuni nomi, Gilberto Gil con Refavela 40 e Margareth Menezes

 

Dopo l’esibizione di Gilberto Gil salirà sul palco Margareth Menezes, una delle personalità più prorompenti della scena brasiliana: cantante, songwriter, danzatrice, attrice, ha vinto premi e riscosso un successo internazionale con dischi e soprattutto tour. È dal vivo infatti che questa esplosiva performer di Bahia dà il
meglio di sé. La sua reputazione, a partire dai colleghi e dalla critica specializzata, è grandissima, in Brasile e fuori, e tra i suoi estimatori si è iscritto anche David Byrne che la volle per aprire i concerti del tour promozionale del suo Rei Momo. La carriera di Margareth è cominciata nei locali di Bahia e naturalmente nei festeggiamenti del Carnevale, di cui la giovane cantante diventò presto una celebrità. Più tardi ha collaborato con altre star della musica brasiliana come Tribalistas, Caetano Veloso, Maria Bethania, Gilberto Gil, Carlinhos Brown. I suoi dischi, in cui mescola axe’, samba e MPB con pop, funk, reggae e afrobeat, hanno fatto di lei un’artista di levatura internazionale.

Commenta per primo

Rispondi