Scuole Terni, presidente Lattanzi, partenza regolare per istituti superiori

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuole Terni, presidente Lattanzi, partenza regolare per istituti superiori

E’ stato un primo giorno di scuola all’insegna della regolarità quello che ha accompagnato il rientro in classe degli oltre 9mila studenti delle scuole superiori, gestite dalla Provincia di Terni dal punto di vista logistico-strutturale. Dall’ufficio edilizia scolastica dell’amministrazione e dal servizio pubblica istruzione dell’ente non si segnalano criticità dell’ultimo minuto in occasione dell’apertura di questa mattina. Sono 21 gli edifici scolastici che ospitano le scuole superiori di Terni, Narni, Amelia, Orvieto e Fabro. 9.429 sono invece gli studenti tornati dietro ai banchi.

Di questi 347 sono diversamente abili e 972 stranieri. Sono invece 12 i dirigenti scolastici che sovrintendono a 15 scuole a Terni, 4 ad Amelia, 3 a Narni e 1 a Fabro.

“Siamo molto soddisfatti di come si è svolto il primo giorno di scuola”, commenta il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi. “Il lavoro fatto in collaborazione con i dirigenti scolastici e l’ufficio scolastico regionale, alle strutture in questi ultimi mesi a fronte di un investimento di 500mila euro del Miur – sottolinea il presidente – ha contribuito notevolmente a dare ulteriori garanzie a tutti.

I dirigenti scolastici ci hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto e soddisfazione per come è andato il primo giorno di scuola. Adesso attendiamo che la situazione si regolarizzi e si stabilizzi nel corso dei prossimi giorni, convinti – conclude – che con la collaborazione di tutti potremo superare questo difficile momento legato soprattutto all’emergenza covid che ci ha imposto sforzi straordinari”.

Nuova dirigente dell’ufficio scolastico di Terni – Il presidente Lattanzi e il servizio pubblica istruzione rivolgono intanto un augurio di buon lavoro alla nuova dirigente dell’ufficio scolastico di Terni Alessandra Giuliani che si è appena insediata per svolgere al meglio il suo nuovo e delicato compito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*