Grattacielo Tulipano, Melasecche, un altro tassello della città che va a posto

 
Chiama o scrivi in redazione


Tulipano Terni, nuove opportunità di lavoro nel grattacielo di 22 piani

Grattacielo Tulipano, Melasecche, altro tassello della città che va a posto

Questa amministrazione aveva alcuni obiettivi da raggiungere nel primo anno di vita. Far ripartire tutta una serie di progetti bloccati da anni, altri da decenni. Molti di questi stanno partendo grazie ad un lavoro certosino svolto con la tenacia che deve contraddistinguere una amministrazione che ha a cuore il bene della città.

Il problema del Tulipano, pur non rientrando fra i compiti di una pubblica amministrazione, era fra quelli che intendevamo venisse risolto. Si tratta di edilizia privata tuttavia, rappresentando da quarant’anni un simbolo di degrado e di abbandono volevamo si trasformasse in un segnale di ripresa.

Vari erano gli imprenditori con i quali abbiamo interloquito, di Terni e di fuori.

L’amministrazione Ciaurro vi aveva investito notevoli energie portando capitali INAIL in vista del Giubileo del 2000 ma, nonostante quell’apporto finanziario e funzionale rilevante che fece nascere un hotel ed altre iniziative commerciali, con tanto di inaugurazione successiva, poi, la trasandatezza amministrativa delle giunte che seguirono fecero di nuovo cadere quell’immobile in una sequela di fallimenti.

È quindi con grande piacere constatare che, nonostante le difficoltà del presente, alcuni imprenditori hanno avuto l’ardire di guardare oltre la crisi odierna e scommettere sul futuro.

Questa amministrazione ha già dichiarato in passato, ma rinnova oggi l’invito a tutti gli imprenditori di buona volontà che è aperta a tutti i “capitani coraggiosi” che volessero venire a Terni per fare investimenti produttivi ponendo in essere le migliori possibili condizioni, nella legalità e nella trasparenza, perché prevalga sempre la volontà di ripresa sulla rinuncia.

Quanto al problema del traffico relativo alla rotonda Eroi dell’Aria abbiamo già una ipotesi progettuale per favorire il superamento del noto problema relativo all’inserimento nel traffico delle auto che provengono dal complesso del Tulipano.

Salutiamo quindi con favore la notizia che questa volta sia un imprenditore di Terni a cogliere l’opportunità della acquisizione di quella struttura perché diventi finalmente un centro pulsante di vita e di attrattività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*