Ameria Festival 2020, al via i “Giovedì della Cultura”

 
Chiama o scrivi in redazione


Ameria Festival 2020, al via i “Giovedì della Cultura”

Si parte il 1° ottobre alla Pinacoteca del Museo Archeologico di Amelia con un focus sulla filosofia idealista

L’edizione 2020 dell’Ameria Festival arricchisce la sua offerta con alcuni spazi di approfondimento storico, sociale ed economico. Sono i “Giovedì della Cultura”, una serie di convegni tematici inseriti nel programma delle manifestazioni artistiche del festival, che hanno come obiettivo l’apertura di spazi di riflessione e di  dibattito sull’attualità e il futuro della nostra società.

Sei appuntamenti – osserva il presidente della Società Teatrale, Riccardo Romagnoli – fissati alle 17.00 di ogni giovedì (dal 1°ottobre al 5 novembre, ndr) che rappresentano l’ultimo frutto nato dalla collaborazione organizzativa fra la Società Teatrale di Amelia e l’Assessorato alla Cultura. Stiamo parlando di momenti di approfondimento offerti al pubblico del festival che si sommano alla lirica, ai concerti e alla prosa, per gettare uno sguardo appassionato su alcuni degli aspetti più affascinanti e complessi della nostra attualità”.

Si parte giovedì 1° ottobre nella suggestiva sala della Pinacoteca del Museo Archeologico, che farà da proscenio per un incontro dedicato alla filosofia. A condurre per mano il pubblico in un viaggio nella profondità del pensiero idealista, sarà la già affermata ricercatrice e saggista calabrese Teresa Cricelli, particolarmente popolare presso il pubblico umbro per un suo recente testo sulla figura di Augusto Vera, amerino di nascita ma napoletano di formazione culturale, che fu il più autorevole divulgatore in Europa (con i suoi saggi redatti in lingua francese) del pensiero di Hegel e dell’idealismo come dottrina ed esperienza di vita innovatrice.

Un primo incontro che solcherà il percorso di un viaggio a carattere culturale verso una costellazione di argomenti che verranno trattati negli appuntamenti successivi. Quello in programma l’8 ottobre sarà dedicato all’arte del Caravaggio e al suo grande committente, Fantino Petrignani, illustrato dal pittore-musicista Marco Collazzoni nella Sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani. Una esplorazione culturale che proseguirà alla scoperta delle eccellenze italiane dell’“economia verde”, raccontate nell’ultimo libro del popolare giornalista e scrittore di Rai 2 Marco Frittella che verrà presentato giovedì 15 ottobre alla Sala Conti-Paladini. Dalle eccellenze italiane si farà un balzo verso un’analisi degli equilibri geopolitici mondiali fra le superpotenze guidate da Putin, Trump e Xi Jinping, con il  contributo del saggista  ed editorialista Gennaro Sangiuliano, direttore del TG2, in programma giovedì 29 ottobre, ancora una volta nella Pinacoteca del Museo.

Due, infine, i convegni, che avranno luogo nel Teatro Sociale. Il primo, di stretta attualità, patrocinato dall’Ordine dei Medici della Provincia di Terni, si svolgerà il 22 ottobre e presenterà un’analisi dell’impatto della crisi pandemica sulla sanità (a cura di Stefano Moroni, già direttore della Riabilitazione Intensiva dell’ASL di Terni), sulla giustizia (ne parlerà Angelo Gargani, magistrato, Garante del contribuente per il Lazio) e sull’economia (affidato a Cesare Imbriani, docente  universitario ed economista di fama internazionale).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*