Volley, Sir Safety, cresce la condizione la condizione dei Block Devils

Volley, Sir Safety, cresce la condizione la condizione dei Block Devils
Fabio RICCI durante Allenamento Sir Safety Conad Perugia presso PalaEvangelisti Perugia IT, 17 settembre 2018 - Foto di Michele Benda per VolleyFoto [Riferimento file: 2018-09-17/_ND58667]

Volley, Sir Safety, cresce la condizione la condizione dei Block Devils. Doppia razione di lavoro oggi per la Sir Safety Conad Perugia. In attesa dei primi test amichevoli, procede instancabile la preparazione della squadra di Lorenzo Bernardi che prevede oggi per gli otto atleti a disposizione una seduta in sala pesi al mattino e l’allenamento tecnico nel pomeriggio.

E procede di pari passo l’opera di assemblaggio del tecnico bianconero e del suo staff. Un assemblaggio che riguarda tanto l’aspetto tecnico, con la crescita dell’intesa tra i reparti e quella degli schiacciatori con il regista americano ed ultimo arrivato finora Seif, quanto l’aspetto tattico. Bernardi infatti sta focalizzando l’attenzione su come impostare la squadra per quello che concerne competenze e strategie, tanto in prima che in seconda linea.

Il gruppo lavora sempre con entusiasmo e qualità e cresce al tempo stesso la condizione generale dei Block Devils che, man mano che ci si avvicina all’inizio della stagione, stanno trovando sempre più il loro stato di forma ottimale.

Mancano sempre all’appello i cinque ragazzi impegnati ai mondiali. Ieri con gli ultimi match si è conclusa la prima fase e tutti sono stati ammessi alla seconda.

A gonfie vede l’Italia di Lanza e Colaci che ha superato anche la Slovenia e si presenta alla Pool E di Milano con già 15 punti e con grandi possibilità di accesso tra le migliori sei del mondo. Per gli azzurri adesso tre match uno di fila all’altro: venerdì con la Finlandia (6 punti), sabato con la Russia (10 punti) e domenica con l’Olanda (11 punti e grande sorpresa finora della manifestazione).

Viaggiano invece in direzione Varna in Bulgaria per la Pool H la Serbia di Atanasijevic e Podrascanin e l’Argentina di De Cecco. La formazione balcanica vola sulle ali dell’entusiasmo figlio del successo di ieri al tie break con la Russia (ace della vittoria al quinto set proprio del numero 14 bianconero). Successo che ha consentito alla Serbia di chiudere al secondo posto il proprio girone con 12 punti, ottimo punto di partenza per provare ad entrare tra le migliori che si sfideranno a Torino. Ci arriva invece da quarta classificata l’Argentina con in carniere 6 punti e costretta, per avere qualche chance di passaggio alla terza fase, a vincerle praticamente tutte. Il programma dei Block Devils della Pool H vedrà venerdì in campo Serbia-Francia e Polonia-Argentina, sabato lo scontro diretto a tinte bianconere Serbia-Argentina e domenica chiusura con Serbia-Polonia e Francia-Argentina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*