Serse Cosmi vuole un Perugia aggressivo, pronto a giocare a tutto campo

Serse Cosmi vuole un Perugia aggressivo, pronto a giocare a tutto campo

Serse Cosmi vuole un Perugia aggressivo, pronto a giocare a tutto campo

«Ho visto una squadra attenta e da domani cominciano le partite ed è quello il banco di prova della squadra». Serse Cosmi, nella conferenza stampa pre partita di oggi, quella della sfida contro il Napoli, dice di volere un centro campo aggressivo e che sia in grado di recuperare rapidamente, un centrocampo, in sostanza, in grado di poter ribaltare l’azione, giocare la palla e cambiare le sorti di un incontro.

«Le partite – dice – sono i test più attendibili nel calcio». Alla domanda se è difficile preparare due partite così ravvicinate, Serse Cosmi dice che “alle indisponibilità già note di alcuni giocatori, se ne sono aggiunte altre (Mazzocchi e Capone ndr), Angella non ci sarà per questa partita“.

Insomma assenze che potrebbero pesare non poco sul rendimento del Perugia calcio all’inizio dell’era Cosmi.

«Il Napoli non può considerarsi più forte di noi – dice degli avversari – è normale che mi piacerebbe veere alcune cose dalla mia squadra, voglio vedere personalità. Sono questi i campi dove vedi qualche cosa di concreto, sono un allenatore che fa fatica a “digerire” errori di attenzione e di personalità. Tu giochi con giocatori più forti di te, fuori casa in una partita “secca”, e non devi aver paura di giocare la palla».

Una squadra di carattere dal piglio aggressivo, qualsiasi siano gli avversari da affrontare. Questo è quanto vuole “l’Uomo del Ponte”.

Serse, ha parlato del mancato arrivo di Slobodan Rajkovic spiegando, con la schiettezza che gli è propria, di non essere dispiaciuto di quanto accaduto: “Non direi purtroppo, ma per fortuna non è venuto. Non era felice e avrebbe creato solo danni, Perugia non è club mediterranée, chi viene qui deve avere la convinzione di fare qualcosa di importante con questa maglia. Questa piazza è un’occasione per i calciatori e non il contrario. Intanto vedo che Angella sta recuperando, da mercoledì sarà in gruppo e sono felice”.

Chi viene a Perugia, in sostanza, deve credere di poter andare in Serie A se non è, di fatto, meglio che non venga neanche.

Una cosa è certa, Serse…il Perugia hanno bisogno di un difensore in più, come previsto dal suo modulo. Fatto è che la partita di Napoli per il Mister non sarà solo da analizzare nel suo complesso, ma anche anche test per i giocatori, per carpirli e potersi adoperare per valorizzare.

Vuole una squadra che sappia recuperare la palla prima possibile, giocare e giocarsela, in sostanza.

«Tropo tempo – ha detto – passava da quando si perdeva a quando si recuperava la palla». Qualità fisiche e tattiche, in felice sintesi di concetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*