Secondo stop per la Bartoccini: S. Giovanni domina la sfida

Secondo stop per la Bartoccini: S. Giovanni domina la sfida

Una Perugia sottotono cade in tre set in Romagna, ma Busto recupera un solo punto. Coach Giovi: “Campionato ancora aperto e lungo”

Brusco risveglio per la Bartoccini Fortinfissi Perugia dopo la vittoria in Coppa Italia dello scorso weekend. Il girone d’andata della Pool promozione si chiude con un k.o. in casa della Omag Mt San Giovanni in Marignano per 3 a 0. I parziali parlano da soli: 25-22, 25-17 e 25-16 per le padrone di casa. Praticamente mai veramente in partita le Black Angels che mettono in campo una prestazione sottotono un po’ in tutti i fondamentali. Le ragazze dell’ex Bertini ci vanno a nozze e, in un Pala Marignano in festa, prendono 3 punti fondamentali in chiave play-off. Ma non è il caso di fare drammi, Perugia rimane infatti saldamente al primo posto. Anche la prima inseguitrice, Busto Arsizio, è andata k.o. a Macerata al tie-break ed ha recuperato così un solo punto, restando a una distanza di sicurezza di 5 lunghezze. È chiaro che quella che andrà a seguire sarà una settimana importante, in cui le ragazze di coach Giovi dovranno ritrovare subito il filo conduttore in vista di un’altra trasferta sulla carta particolarmente impegnativa: si va in casa proprio della Cbf Balducci Hr Macerata.

CRONACA

Nessuna sorpresa per la Bartoccini Fortinfissi: è formazione tipo per coach Giovi con Ricci e Montano in diagonale, Bartolini e Cogliandro al centro, Traballi e Kosareva in posto 4 e Sirressi libero. Out Ortolani, il primo punto è di Perugia, ma poi sbaglia anche Montano (1-1). La Bartoccini è troppo disordinata e le romagnole vanno avanti facilmente sul 5 a 1. Giovi chiama il time out sul 10 a 6 per le marignanesi. Perugia è come un diesel e inizia pian piano a prendere le misure: Kosareva sigla il punto dell’11-10 e poi dell’11 pari. Stavolta è Bertini a fermare il gioco. Si torna in campo e Bartolini con una slash porta Perugia avanti. Muro di Bartolini per il 12-13. Doppia fischiata ad Ortolani, break perugino (14-16). Fast di Cogliandro giudicata fuori, 17 pari, poi Ricci si inventa una magia per portare di nuovo la Bartoccini avanti. Ace di Nardo su Traballi e San Giovanni sorpassa (19-18). Break delle locali con Ortolani ed è +2 (20-18). Perugia non demorde e con una super Kosareva ritrova subito la parità sul 20-20. Altro svarione in ricezione per la Bartoccini ed ecco che le romagnole ritornano sopra di due (22-20). Giovi chiama il time-out. Messaggi ci prova in battuta, ma il set point per le padrone di casa arriva lo stesso sul 24-22. Ace di Pecorari. 25-22 per la Omag Mt San Giovanni in Marignano che si prende la prima frazione di gioco.

Parte ancora meglio San Giovanni (2-0). La Bartoccini appare sempre un po’ fuori fase e Giovi ferma il gioco sul 5 a 2. Le romagnole continuano a martellare e Perugia non dà segni di vita (8-2). Giovi inserisce Viscioni al posto di Traballi. Kosareva continua a litigare col fondamentale dell’attacco ed è 11 a 4. Non c’è nulla da fare, le Black Angels sono fuori dalla partita e San Giovanni scappa ulteriormente (16-4). Il tecnico di Perugia si gioca anche la carta Atamah sul 19-11. Ace di Messaggi ed è 20-14. Time-out San Giovanni in Marignano. Il turno in battuta di Messaggi porta Perugia a meno 4 (20-16), ma si ferma qui. Il set point romagnolo arriva comunque sul 24-17 con Ortolani. Ace di San Giovanni a chiudere. 25-17 e 2 a 0 nel computo dei set.

Il terzo set si apre con un ace di Kosareva. Traballi viene murata e San Giovanni è ancora sopra per 3 a 1. Cogliandro sistema tutto ed è 3 pari. C’è più equilibrio, ma Perugia è ancora imprecisa e San Giovanni prende ancora il largo (11-7). Non c’è molto da fare, la Bartoccini torna a pasticciare un po’ sotto tutti gli aspetti e le romagnole fanno ancora il vuoto. Time out Perugia sul 18-13. Le Black Angels mollano il colpo e il match point arriva agilmente sul 24-15. La contesa si chiude con un errore di Messaggi al servizio. 25-16 e 3 a 0 senza discussioni per San Giovanni in Marignano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*