Martani Superbike Mtb, Tony Longo primo fra gli uomini, Sara Mazzorana per le donne 📸

 
Chiama o scrivi in redazione


Martani Superbike Mtb, Tony Longo primo fra gli uomini, Sara Mazzorana per le donne

Grande partecipazione per la gara di Massa Martana. Nel percorso corto primeggiano Mirco Balducci e Laura Sopranzi

Di Rossano Pastura

La Martani Superbike di mountain bike si conferma una delle gare più apprezzate del circuito regionale e nazionale per quanto concerne le gare delle “ruote grasse”.

Tante le donne e gli uomini schierati ai cancelli di partenza, tra cui numerosi atleti “elite”.

Sono stati infatti quasi 400 gli atleti ufficialmente partiti per questa tredicesima edizione della Martani Superbike, una delle manifestazioni di mountain bike più conosciute e apprezzate nel panorama ciclistico del centro Italia.

L’edizione 2021 della Martani Superbike è stata dominata tra gli uomini da Tony Longo, il campione della Soudal Leecougan Racing Team. Il campione veneto  ha terminato i 55 km del percorso lungo in 2 ore, 10 minuti e 58 secondi.

La gara, come sempre magistralmente organizzata dall’ASD Cicloturistica Massa Martana, guidata dal presidente Marcello Bernacchia e da Roberto Cocchieri, responsabile dell’organizzazione, fa parte del circuito Umbria Marathon Mtb, del circuito  I Sentieri del Sole e dei Sapori ,del circuito UmbriaTuscany Mtb, del  circuito Rampitek e del Prestigio 2021.

La manifestazione si è svolta nel massimo rispetto di un rigido protocollo anticovid.

La gara di oggi fa parte delle manifestazioni di interesse interregionale ed è stata organizzata sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, Comitato Regionale Umbro

La competizione con zona partenza/arrivo presso la piazza di Massa Martana, proponeva  due percorsi distinti.

Il primo, più abbordabile, prevedeva un itinerario di 33 chilometri per un dislivello di circa 850 metri.

Il percorso lungo, molto più impegnativo con tratti di salita duri e single track molto tecnici, si è snodato per 55 chilometri lungo i sentieri dei monti Martani, attraversando le frazioni di Colpetrazzo e Mezzanelli, per poi tornare a Massa Martana. Il dislivello per questo percorso ha superato i 1650 metri.

Ad aggiudicarsi la gara “corta” il campione italiano Mirco Balducci, della della A.S.D. Tondi Sport, che ha concluso la gara in 1 ora, 11 minuti e 33 secondi. Balducci ha preceduto sul traguardo Andrea Agostini della Biking Racing Team e il “nostro” Leonardo Caracciolo della Triono Racing Centrobici di Terni.

Ottimo il 5 posto del campione di casa, Giacomo Lazzari della ASD CT Massa Martana.

Tra le donne ha dominare le atlete della squadra ternana Triono Racing Centrobici, che ha piazzato Laura Sopranzi sul gradino più alto del podio e Maila Castiglione al terzo posto. In mezzo a loro, sul secondo gradino del podio, Miria Poggianti della Biking Racing Team.

Molto combattuta la gara sul percorso marathon, che si è decisa sull’ultimo tratto del tracciato, la discesa tecnica che portava verso il traguardo. Ad aggiudicarsi la gara, arrivando in solitaria sul traguardo, è stato, come detto in apertura, Tony Longo. Secondo, con più di 4 minuti di ritardo, Jacopo Billi, anche lui della Soudal Leecougan Racing Team. Al terzo posto lo sfortunato campione altoatesino Peeter Pruus. Il portabandieri della ASD Torpado Sudtirol è stato infatti vittima di un problema meccanico e di una caduta che ne hanno compromesso la gara.

Entusiasmante e bellissima anche la sfida della categoria femminile. A imporsi la velocissima Sara Mezzorana della Bike Therapy A.S.D, con il tempo di 2 ore, 53 minuti e 13 secondi. La giovane campionessa ternana, dopo aver vinto la GF Antica Carsulae ha recentemente dominato la Hero Südtirol Dolomites, una delle gare di mountain-bike più dure d’Europa.

Argento per Daniela Stefanelli della Team Cingolani, arrivata dopo 2 ore, 57 minuti e 56 secondi. Terza Ylenia Colpo, del Team Tek Series.

Grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione è stata espressa dal Sindaco di Massa Martana, Francesco federici, che ha sottolineato come: “anche in un momento ancora particolare, questa gara abbia richiamato nella nostra città, centinaia di atleti provenienti da tutta Italia”.

Il vicepresidente del Comitato Umbro della federazione Ciclistica Italian, Roberto Cocchieri, organizzatore della manifestazione, ha espresso grande soddisfazione, sottolineando la puntuale organizzazione e ringraziando tutti coloro “che hanno collaborato per fare in modo che la gara sia stata molto apprezzata dagli atleti e si sia svolta nel migliore dei modi possibili ed in totale sicurezza“.

Importante sottolineare anche l’iniziativa voluta da Arpa Umbria, per promuovere la sostenibilità ambientale delle manifestazioni sportive.

Il Direttore del Dipartimento Umbria Sud di Arpa, Francesco Longhi, ha spiegato i contenuti del progetto denominato “Sulle Strade della Sostenibilità”, che oggi consolida la collaborazione fra Agenzia Regionale per la Protezione ambientale e il mondo del ciclismo.

La collaborazione fra ARPA Umbria e la Federazione Ciclistica Italiana prevede infatti, attraverso l’applicazione di quanto contenuto in un protocollo d’intesa, una serie di azioni di sensibilizzazione verso gli atleti per far si che si eviti di gettare rifiuti lungo i vari percorsi, sia in gara che in allenamento. L’attività sarà rivolta con particolare attenzione alle categorie giovanili.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*