Il Perugia a Trieste non passa mai, oggi bruciato dal gioiellino Boulam

 
Chiama o scrivi in redazione


Il Perugia per non perdere il passo vuole tentare di vincere a Trieste

Il Perugia a Trieste non passa mai, oggi bruciato dal gioiellino Boulam

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Nereo Rocco amaro per i sogni del Perugia che, su questo terreno, non ha mai vinto. Per festeggiare i 102 anni del club (caduti ieri) la Triestina, invece, con due fiammate, brucia le speranze del Perugia. L’uomo della partita oggi é un ventiduenne olandese (cresciuto nell’Ajax), di origine marocchina, Reda Boultam, che sigla una doppietta con un gol di piede ed uno di testa. Già, ma Burrai dov’era? E dove, il Perugia, che non trova neanche gli spunti messi in luce nella rimonta della gara interna con la Virtus Verona? Stavolta, insomma, il miracolo non si ripete. E così gli umbri trovano la terza sconfitta stagionale. Bruciante e pesantissima.
Pillon cambia un centrale (Lambrughi per Ligi), il centrocampista di destra (Maracchi per Calvano) e il trequartista (Boultan per Lodi, che alla vigilia ha accusato un fastidio), mentre il Perugia opera solo due “ritocchi”: Favalli sulla linea mediana a sinistra e Sounas col compito di inserirsi dietro punte.

© Protetto da Copyright DMCA

Il primo tiro é del Perugia, dopo un minuto, con Murano lanciato da Melchiorri: Offredi blocca tuffandosi sull’angolo. I perugini giocano con la divisa blu sporco, i padroni di casa in maglia rossa e pantaloncini bianchi. Passa subito al 4′ la Triestina con il gioiellino Boultam, che dai quindici metri, posizione centrale, insacca di destro. Fulignati, forse, ingannato, da un rimbalzo non preventivato del pallone, incappa in un errore pesante. Non ci sta il Perugia e attacca con vigore. Prima con una incornata di Rosi respinta da un difensore; poi con una girata, elegantissima di Melchiorri che Offrida alza sopra la traversa; quindi con una conclusione di Elia bloccata a terra e, infine, con un inserimento di Favalli (un ex) sul quale il portiere esce e salva. Tutto in una manciata di secondi.

I padroni di casa prendono però le misure e riescono a difendere la propria area. Al 40′ il raddoppio. Fulignati mette in angolo un tiro maligno e sul successivo angolo (il primo per gli alabardati) Boultam salta più di di tutti e trova l’incornata vincente. Nel finale il Perugia invoca, invano, un calcio di rigore in una mischia.

Alla ripresa primo cambio per i locali. Pillon richiama il portoghese Capela (per infortunio) e inserisce Ligi. Occasione al 5′ per gli ospiti: su una velenosa punizione calciata da Burrai, Offredi respinge corto, ma Rosi calcia, malamente, alle stelle.

Caserta, dopo un quarto d’ora, cambia tre pedine (entrano Falzerano in difesa, Vanbaleghem e Minesso a centrocampo ed escono Rosi, Burrai e Sounas) e rimodula i suoi sul 4-4-2. Il primo tiro degli umbri arriva al 26′ sugli sviluppi dell’ennesimo calcio d’angolo con una incornata, alta, di Vanbaleghem. Alla mezz’ora Pillon provvede a coprirsi: fa uscire il mattatore di giornata e manda dentro il difensore Rapisarda. L’ultima mossa di Caserta riguarda Crialese e Dragomir per Favalli ed Elia). La pressione degli uomini di Santopadre causa, al 37′, una goffa autorete di Ligi. Quattro minuti più tardi Mensah esce per crampi ed entra Sarno. Nel recupero solo un colpo di testa di Angella sul fondo.

Triestina-Perugia 2-1
TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi; Tartaglia, Capela (1′ St. Ligi), Lambrughi, Brivio; Maracchi, Giorico, Rizzo; Boultam (30′ st Rapisarda), Mensah (41′ st Sarno), Granoche. A disp.: Butti, Calvano, Cavaliere, Filippi, Gatto, Lodi, Palmucci, Petrella, Valentini. All.: Pillon.
PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Rosi (15′ st Falzerano) Angella, Monaco; Elia (34′ st Dragomir), Kouan, Burrai (15′ st Vanbaleghem), Sounas (15′ st Minesso), Favalli (34′ st Crialese); Murano, Melchiorri. A disp.: Baiocco, Bocci, Sgarbi, Konate, Moscati, Lunghi, Cancellotti. All.: Caserta.
ARBITRO: Di Graci.
Guardalinee: Somma e D’Apice.
Quarto uomo: Lovison.
MARCATORE: 4′ pt e 40′ pt Boultam, 37′ st Ligi (aut)
AMMONITI: Monaco (P), Lambrughi (T), Brivio (T), Giorico (T).
NOTE: Ammonito Pillon, per proteste. Ang.: 3-7 per il Perugia. Rec.: 1′ pt, 5′ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*