Coppa Italia, Perugia-Brescia 2-1, Traore tiene in vantaggio il Sassuolo

Coppa Italia, Perugia-Brescia 2-1, Traore tiene in vantaggio il Sassuolo

da Carmine D’Argenio
Il Perugia arriva al terzo turno di Coppa Italia con l’entusiasmo di ritrovarsi in casa contro il Brescia (match invertito causa lavori al Rigamonti), pronto di serie A con il colpo anche se ‘in canna’ Balotelli. Oggi però neanche tra i disponibili. Subentrato al secondo turno ha eliminato la Triestina per 1 a 0, ma nel dopo gara era apparso evidente che lo stesso allenatore Oddo, si aspetti qualcosa di diverso e più incisivo soprattutto nei movimenti offensivi. Lì davanti ha cercato di mettere a punto gli scarichi per Iemmello. Anche se come detto in conferenza pre gara, si può finalizzare in uno come in tre, a seconda di come gli attaccanti sia centrali che esterni, allarghino o stringano il campo, tenendosi stretti o con più ampi margini di spazio.

Vuol giocare imponendo qualità anche contro avversari di altra categoria. Pur ammettendo di non essere al 100%.  Calando invece la percentuale dei passaggi e delle diagonali errate. E senza alibi delle condizioni del rettangolo verde. La bravura sta proprio nel controllare il pallone. La mentalità va creata solo così. L’ultimo acquisto, il difensore di riferimento Angella, uno di quelli che sfide con avversari superiori come quello di stasera ne ha giocate, parte dalla panchina. Per questione di sincronia con la squadra. Ha dichiarato lo stesso Massimo Oddo, che lo ha avuto per un periodo  ad Udine.

Viceversa il giocatore sembra pronto di suo. Squadra che si muove solo sulla base del 4-3-2-1.  Perché poi sono le necessità di partita ed avversario a far smuovere l’allenatore per non appiattire troppo. Neanche convocati Bianco e Moscati e Manconi, che viene girato in prestito. Per il resto si replica la formazione che ha superato la Triestina. Compreso il premiato Sgarbi, il cui goal domenica scorsa ha consentito di rivederlo in campo, nonostante il forte Angella. Gli elogiati di vigilia, Ranocchia, Kouan e Buonaiuto siedono in panca. Quest’ultimo cambierà tuttavia il corso gara. Insieme a  Melchiorri. Anche Bianchimano  vicino di riserva. Anche se nelle gerarchie di mister Oddo risulta  più indietro.

Per mister Corini invece mancano gli infortunati Ndoj, Dessena e Andrenacci e anche capitan Gastaldello ha lavorato in misto. A non recuperare, Andrea Cistana, centrale difensivo, la cui caviglia non è al top. C’è l’oggetto del futuro Tonali, che ha recuperato. Martella e Tremolada ‘fanno’ panca. A farsi notare, proprio come lo scorso abbrivio, Fernandes. Che cerca di accelerare. Ma i compagni sembrano non seguirlo all’ultimo passo. Quando al 21′ ci prova in solitaria dal limite, sfiora il goal. Così come due minuti dopo direttamente su punizione.

Dal 34′ al 43′ è tutto Brescia fino alla rete del vantaggio di Donnarumma. Difesa di casa colta in controtempo e l’attaccante napoletano dalla corta distanza fa secco Vicario. Si segna di nuovo alla fine stavolta del secondo tempo. È il subentrato Melchiorri a rimettere in corsa i suoi al minuto 92. Su un’ azione Dragomir Iemmello, doppio tentativo di Melchiorri che di destro supera Jororen. Pieno recupero. Ma non finisce qui. Perché i supplementari regalano la sorpresa Buonaiuto al 98′. Goal dei suoi, gran bordata e gran rimonta completata. Per il 4 dicembre intanto Traore tiene in vantaggio il Sassuolo  contro lo Spezia.


TABELLINO
MARCATORI: 43′ Donnarumma (B), 94′ Melchiorri (P), 98′ Buonaiuto (P).

PERUGIA (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Dragomir (113′ Ranocchia), Di Chiara; Carraro, Fernandes (77′ Melchiorri), Sgarbi; Capone (60′ Buonaiuto), Falzerano (56′ Kouan); Iemmello. A disposizione: Leali, Ruggiero, Mazzocchi, Nzita, Falasco, Angella, Rodin, Bianchimano. Allenatore: Massimo Oddo.

BRESCIA (4-3-3): Joronen; Mateju, Chancellor, Magnani (95′ Tremolada), Sabelli; Bisoli, Zmrhal (77′ Curcio), Tonali (90′ Viviani); Torregrossa, Spalek, Donnarumma (83′ Ayé). A disposizione: Alfonso, Mangraviti, Martella, Morosini. Allenatore: Eugenio Corini.

ARBITRO: Marco Piccinini

AMMONITI: 31′ Iemmello (P); 70′ Bisoli (B); 78′ Carraro (P), 95′ Melchiorri (P), 107′ Dragomir (P).

ESPULSI: 119′ Rosi (P)

Commenta per primo

Rispondi