Alle premiazioni del ‘Miglior grifone’ torna l’entusiamo tra i tifosi

Trofeo del Coordinamento Perugia clubs sostenuto da Bartoccini Gioiellerie. Al Museo del Perugia calcio premi di tappa a Di Carmine, Cerri, Bonaiuto e Kouan

(umbriajournal.com) by AVInews PERUGIA – “C’è la novità bellissima di Kouan che è stata una sorpresa per tutti noi, la conferma di bomber Di Carmine, poi Alberto Cerri e anche Cristian Bonaiuto che ha vinto la difficile tappa di Salerno con quel bellissimo gol allo scadere che ci ha regalato una grande soddisfazione. Siamo, insomma, tornati alla normalità”. A sentire le parole del vicepresidente del Coordinamento Perugia clubs Stefano Mortini il clima all’interno della tifoseria perugina sembra essere proprio cambiato dopo le ‘brutte’ vicende con cui, per il Perugia calcio, si era chiuso il girone di andata. Un’atmosfera, quindi, di nuovo positiva che trova riscontro anche nei tanti supporter intervenuti alle premiazioni di tappa del trofeo ‘Miglior grifone Gioielleria Bartoccini’ che si sono tenute al Museo dell’Ac Perugia calcio mercoledì 31 gennaio. Tra selfie e autografi, a ricevere i buoni acquisto da spendere nei punti vendita dello sponsor Bartoccini Gioiellerie sono stati appunto Samuel Di Carmine, per le partite Perugia-Bari 1-3 e Perugia-Empoli 2-4, Cristian Bonaiuto, per Salernitana-Perugia 1-1, Alberto Cerri, per Novara-Perugia 1-1, e Christian Kouan, per Perugia-Entella 2-0.

Clima positivo alle premiazioni. A consegnare i premi di tappa ai calciatori sono stati Marco Scocciolini, direttore di Bartoccini Gioiellerie, e i tifosi Stefano Lazzari e David Alunni del Perugia club Aper 90 Capocavallo e Daniele Miccio del Perugia club Anonimi perugini Magione. Per il Coordinamento Perugia clubs, oltre a Mortini, erano presenti i consiglieri Monica Landi, Giuseppina Fasi e Lamberto Lucarelli. “Sembra passato un secolo dalle ultime premiazioni in questa sede – ha commentato Scocciolini – e tante cose sono cambiate. Bisogna essere tutti uniti in questo momento. Le difficoltà ci sono state e le abbiamo vissute sulla nostra pelle, ma la strada intrapresa sembra essere quella giusta. Non dobbiamo abbassare la guardia, ma neanche lasciarci andare allo scoramento, e lottare per l’obiettivo che sono i 48/50 punti. Poi vedremo”. “Bisogna pensare partita dopo partita – ha aggiunto Mortini – perché Perugia è una piazza umorale e basta poco per esaltarsi e per abbattersi. È importante che il Perugia si ritrovi, tra entrate e uscite, e che si riformi un bel gruppo. Fondamentale è che la squadra e la tifoseria siano tornate un tutt’uno”.

Diamante in premio. A guidare la classifica 2017-2018 del contest ‘Miglior grifone’ è ancora Samuel Di Carmine con 7 tappe vinte, quattro in più del secondo classificato Santiago Colombatto. Chi alla fine del campionato sarà in vetta vincerà quest’anno un diamante da 0,50 carati certificato dal Gemological Insitute of American messo in palio dal Centro diamanti Bartoccini. “In quest’edizione, con questo premio – ha spiegato Scocciolini –, abbiamo pensato di coinvolgere anche le signore, fidanzate o mogli che siano. Un bel diamante, anche per dare uno stimolo in più ai giocatori”.

Il regolamento del torfeo. I tifosi del grifo possano scegliere, al termine di ogni incontro del Perugia calcio, il giocatore biancorosso che secondo loro abbia dimostrato di essere stato il ‘migliore’ in campo. Si può votare nel sito www.perugiaclub.com nelle 48 ore successive il match, scegliendo tra una rosa di quattro nomi.
Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*