Borgobello, i programmi dell’associazione per il 2022 

Festival Figuratevi, all'area Borgo Bello di Perugia, la 35^ edizione si svolge anche quest'anno tutta l'estate

Borgobello, i programmi dell’associazione per il 2022

La nostra associazione, per l’anno appena iniziato, ha messo in cantiere una serie di iniziative (tra tutte quelle che verranno realizzate), già attuate in anni precedenti o completamente nuove, finalizzate sempre, secondo gli obiettivi dell’associazione stessa, alla promozione del quartiere, al mantenimento e miglioramento delle relazioni sociali al suo interno e con il resto della comunità cittadina, alla crescita culturale ed economica di chi in questa zona vive e lavora, alla rigenerazione urbana dell’area.

Fonte Ufficio Stampa
Borgobello


La prima iniziativa, che partirà a Febbraio, è “Borgobello in Fiera”, mercatino dell’artigianato e dell’hobbismo, che torna nella parte alta di Corso Cavour dopo lo stop imposto dalla pandemia e che avrà luogo il terzo sabato di ogni mese. Una novità di questa edizione sarà la presenza ogni mese di una diversa associazione di volontariato che si occupa di malattie gravi e croniche.
Tra le attività create per i bambini, nel corso del 2021 è partito il progetto “Il giardino dei piccoli”, a cura della sezione Borgo Bello Bimbi, che prevede che i bambini, del quartiere e non, si prendano cura dell’area verde della Terrazza di Via del Cortone (nella quale hanno già piantato nuovi fiori e piante lo scorso Settembre). Il progetto intende promuovere forme di cittadinanza attiva fin dalla più tenera età e andrà avanti con il GAM, gruppo autogestito di manutenzione, che sarà formato da bambini e adulti e sarà responsabile del buono stato dell’area, favorendo il senso di appartenenza al quartiere attraverso la cura dei luoghi e la condivisione dei beni comuni.
Sempre con l’idea di coinvolgere i bambini del quartiere, proseguirà il lavoro relativo a “Perugia Tomorrow”, il nuovo giornale scritto da bambini, grazie all’impegno dell’associazione (in particolare di Christine Noel), della psicologa Katia Carlini e di Marika Micoli. La redazione è formata da otto mini-redattori tra gli otto e i dieci anni che vogliono dire la loro su ciò che li circonda. Perugia Tomorrow è un trimestrale ed è possibile trovarlo, gratuitamente, presso le biblioteche, i centri sportivi, le scuole, i corsi di musica, le associazioni culturali e in ogni altro posto in cui le idee possono circolare liberamente. Il primo numero è stato distribuito a Dicembre 2021.
Continua anche quest’anno l’iniziativa “Tre per te”, cene itineranti nel Borgo con un “libro vivente”: l’idea è quella di far visitare il quartiere accompagnati da una persona, appunto “il libro vivente”, che possa raccontare storie particolari che al quartiere la collegano e, durante il percorso, prevedere tre fermate in tre locali diversi dove fare l’aperitivo, mangiare un piatto, prendere un dolce. L’iniziativa, che avrà luogo ogni ultimo mercoledì del mese, vuole favorire la socializzazione fra persone diverse e la conoscenza del Borgo e delle sue “storie”, e contemporaneamente promuovere le attività che si occupano di food & drink nel quartiere.
Per la quarta domenica di ogni mese ripartiranno tra breve le passeggiate “Da Borgobello a Borgobello”: come di consueto, il dott. Giovanbattista Venturini accompagnerà piccoli gruppi a visitare un monumento/luogo di interesse storico/artistico cittadino partendo e tornando al Frontone. Inoltre, lungo tutto l’anno organizzeremo conferenze di arte e cultura riguardanti monumenti e luoghi di cultura del Borgo.
Un nuovo progetto, al quale teniamo molto, è la risistemazione di Via degli Archi, via dove è nato il pittore Raffaele Tarpani, in memoria del quale verrà creato un percorso espositivo. I lavori saranno diretti dall’arch. Maria Carmela Frate (che è stata già responsabile della ristrutturazione dell’Arco di Duccio) e la parte espositiva sarà curata dal dott. Massimo Duranti, Critico d’Arte. Prevediamo di presentare i risultati dell’opera di rigenerazione urbana per la fine del 2022 e, per finanziarla almeno in parte, realizzeremo una raccolta fondi sotto forma di lotteria.
Sempre in tema di nuove iniziative, partirà a breve una collaborazione con l’Unione Nazionale Consumatori Umbria, con la quale stiamo lavorando ad un decalogo di comportamento dei commercianti del quartiere che serva a tutelare i clienti e rispettarne in pieno i diritti. Questo servirà a rafforzare il rapporto fra cittadini e strutture commerciali, in un momento in cui il piccolo commercio, rispetto ai colossi dell’online, può offrire, oltre all’unicità del prodotto in vendita, il valore del rapporto umano tra venditore e acquirente. Per rendere ancora più fattiva la collaborazione con l’UNC umbra, verrà inoltre aperto uno Sportello per il Consumatore nel nostro quartiere.
Nel corso dell’anno, affronteremo anche problematiche sanitarie, con il progetto “Salute al Borgo” che prevede due incontri per parlare di come prevenire e affrontare due delle malattie più diffuse del nostro tempo: le malattie cardiovascolari e quelle oncologiche; degli addetti ai lavori ci parleranno di prevenzione e cure, concentrandosi soprattutto sull’importanza dall’alimentazione e degli stili di vita.
Proporremo poi delle iniziative per parlare di personaggi dell’arte e della scienza “passati” in qualche modo nel Borgo: da chi qui è nato, a chi ci è vissuto o anche solo è rimasto per brevi periodi ma ha lasciato un segno tangibile del proprio passaggio.
Per la primavera, stiamo lavorando ad un’iniziativa per affrontare la questione dell’ambiente e delle energie pulite, in collaborazione con l’Università di Perugia, Facoltà di Agraria, e il MANU (il Museo Archeologico), prendendo come spunto una mostra fotografica su Chernobyl e la sua centrale nucleare, che proporremo in collaborazione con dei simpatizzanti dell’associazione che queste foto hanno realizzato. Naturalmente, proseguirà anche nel 2022 la collaborazione con la Facoltà di Agraria in merito all'”Orto Collettivo” di San Pietro che vede coinvolti abitanti del quartiere (e non solo) insieme agli studenti della Facoltà.
Per il XX Giugno, abbiamo in programma di partecipare, come ogni anno, alle celebrazioni cittadine realizzando mostre, spettacoli, incontri. Nel corso dell’anno quindi, lavoreremo anche per consolidare i rapporti di collaborazione con tutti gli operatori culturali del quartiere, con i quali, tra le altre cose, proporremo il consueto calendario di eventi estivi, che coinvolgeranno anche gli operatori commerciali.
Per il prossimo Natale, visto il successo del Presepe vivente Itinerante realizzato nella festività appena passata insieme con il Rione di Porta San Pietro, vorremmo unire la nostra esperienza a quella dei frati Domenicani, che hanno allestito il Presepe vivente per oltre 30 anni e hanno contribuito, grazie all’impegno profuso da Padre Francesco D’Amore, all’edizione appena passata con costumi e parte degli arredi; abbiamo quindi in programma di realizzare un Presepe Vivente unendo tutte queste energie.
Intanto, proseguono le attività finanziate con i fondi del progetto LabQua: il Portiere di Quartiere, per le esigenze di persone anziane e/o disabili che abbiano bisogno di un aiuto per piccoli servizi (a cura di Giorgio Berti e Senad Nati); lo Sportello Psicologico, per coloro che, soprattutto in conseguenza della pandemia, abbiano bisogno di un aiuto in questo senso (a cura della dott.ssa Katia Carlini); il Pronto Soccorso Informatico, per tutti coloro che necessitino di aiuto con le tecnologie informatiche (a cura di Pierfranco Messora); la Spesa Sospesa, per famiglie e singoli in difficoltà (a cura di Antonietta Alonge).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*