Terni, studenti e insegnanti dell’istituto alberghiero nel punto vaccinale “Casagrande” con un importante gesto di vicinanza 🔴 📸FOTO

 
Chiama o scrivi in redazione




Terni, studenti e insegnanti dell’istituto alberghiero nel punto vaccinale “Casagrande” con un importante gesto di vicinanza 🔴 📸FOTO

Forse diventeranno chef stellati, direttori o direttrici di sala, proprietari di importanti ristoranti, apprezzati conduttori televisivi in un filone, quello della cucina, delle sfide ai fornelli e delle ricette più innovative, sempre di gran moda.

Questo almeno è l’augurio che rivolgiamo ai giovani studenti dell’istituto alberghiero “Casagrande” di Terni che, con grande professionalità, disponibilità, generosità, lo scorso fine settimana hanno preparato e servito un rinfresco ai cittadini in lista per la vaccinazione, ai team sanitari dell’Azienda Usl Umbria 2 e ai tanti volontari che supportano le attività del punto vaccinale territoriale “Casagrande” di piazzale Bosco.

L’iniziativa, molto apprezzata da tutti i presenti, circa 1600 nel corso della giornata di sabato, è stata possibile grazie alla preziosa collaborazione della direzione didattica e del corpo docente dell’istituto alberghiero che si conferma una realtà molto attiva nel contesto sociale cittadino e fortemente proiettata ed attiva all’esterno.

Gli studenti hanno ricevuto molti elogi dai tanti cittadini che, anche nella giornata di sabato, si sono recati nella palestra del “Casagrande” per ricevere la dose vaccinale e sono stati accolti da questa piacevole sorpresa.

Un’esperienza didattica utile per affinare tecnica e conoscenze, ma soprattutto un’esperienza di vita per crescere nel segno della solidarietà, della partecipazione, dell’impegno sociale e civile.

Il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino, la direttrice sanitaria Simona Bianchi, il direttore amministrativo Piero Carsili e il direttore del distretto di Terni Stefano Federici, che ha promosso e coordinato l’iniziativa, rivolgono un sentito ringraziamento ai ragazzi e alle ragazze che hanno dimostrato un gran cuore e offerto, in una giornata festiva, il loro contributo di vicinanza ai professionisti in prima linea per centrare l’obiettivo dell’immunità di comunità per cancellare presto e definitivamente il virus che ha segnato i territori e le comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*