Green pass, Bassetti: ‘solo per vaccinati e guariti andava fatto prima’

Green pass, Bassetti: 'solo per vaccinati e guariti andava fatto prima'

Green pass, Bassetti: ‘solo per vaccinati e guariti andava fatto prima’

“Il super Green pass, rilasciato solo a chi è vaccinato o ha fatto la malattia, potrebbe essere la soluzione per portare un numero maggiore di persona a vaccinarsi. Se si limitassero le attività che conosciamo solo a chi è vaccinato o guarito, senza la comodità del tampone ad un prezzo bassa chi sceglie quest’ultima possibilità, perché non vuole vaccinarsi, magari cambierebbe idea.


Fonte Adnkronos


Continuo a sentire parlare di 7 mln di italiani non vaccinati ma non è cosi, sono 13,5 mln perché vanno messi anche gli under 12 che spero tra poco si potranno vaccinare. La scelta del super Green pass andava fatta 2-3 settimane fa per vederne i frutti, ora è anche tardi. Se verrà deciso ora i frutti li vedremo a gennaio”. Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova,

Sul lockdown solo i non vaccinati, “i benefici sono limitati”, avverte Bassetti e spiega “ciò che ha aiutato enormemente sono le vaccinazioni e su questo non c’è nessun dubbio, il lockdown non risolve i problemi anzi – avverte – i dati della Svezia sono impressionati non hanno mai fatto lockdown e vaccinato il 70% della popolazione, le cose vanno meglio. Occorre valutare le misure attentamente, magai – suggerisce – optare per l’obbligo delle mascherine Ffp2 per alcune categorie”.

3 Commenti

  1. Questa persona, per le oscenità che dice, andrebbe offeso in maniera pesantissima, come minimo. Evito di farlo. Ma gode della stima che posso nutrire per un frammento di sterco. Mi piacerebbe tanto assistere ad un duello con un certo Professore della UniPg, ma temo per lui che non riuscirebbe a capire.

  2. Questa persona è solo una pedina una marionetta pagata, sappiamo da chi.
    I responsabili i traditori del popolo, i rinnegati, responsabili della schifezza che chiamano Green pass, si trovano a Roma e si chiamano : Draghi, Speranza e il presidente (con p piccola) Mattarella.

    • concordo Marco, ma non sminuisco il ruolo di questi pessimi “professionisti” cosi’ come di tutti i “divulgatori” (a)scientifici e non che per il vil denaro si sono prestati in questa terrificante campagna, prima terroristica ed ora di puro odio sociale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*