Vittoria Ferdinandi “La Dada” incontro rsu Perugina

Vittoria Ferdinandi "La Dada" incontro rsu Perugina

Vittoria Ferdinandi “La Dada” incontro rsu Perugina

Vittoria Ferdinandi “La Dada” – “Perugina è stata, ed è, l’immagine di Perugia nel mondo. Oggi ho incontrato le lavoratrici e i lavoratori di questa storica realtà in un luogo speciale per loro e per tutti noi cittadini, il Cral. L’ho fatto per ascoltare e conoscere le loro esigenze e le loro aspettative”. E’ quanto rende noto la candidata a sindaca di Perugia Vittoria Ferdinandi a margine dell’incontro che si è svolto questa mattina a San Sisto.

“Tra i primi obiettivi, eletta sindaca, attiverò tutti i canali istituzionali e politici per aprire un nuovo di dialogo su questo sito produttivo, chiederò la convocazione di un Consiglio Comunale monotematico, aperto alla cittadinanza, per mettere al centro questo patrimonio comune, che ci impone attenzione e cura a partire dalle relazioni positive tra la Perugina, l’Università di Perugia, l’Università dei Sapori, gli Istituti di Alta formazione e il Comune. La storia della Perugina è la nostra storia: difendere e valorizzare il lavoro significa avere a cuore la città”.

“Ogni volta che sono stata fuori Perugia, soprattutto all’estero, quando raccontavo della mia città – ricorda Ferdinandi – la risposta era: ‘’Wonderful Perugia’’e ‘’Baci Perugina’. Per noi perugini questa azienda è sempre stata motivo d’orgoglio”.

“Un lavoratore oggi mi ha detto una bella frase – aggiunge la candidata sindaca – ‘La città si guardava allo specchio della Perugina e la Perugina allo specchio della città’, come non essere d’accordo. Questa reciprocità però, nel corso degli anni, si è interrotta. E’ in dubbio che la forza di quel legame tra azienda e comunità non è la stessa di un tempo”.

“Ci impegneremo dunque affinché il cioccolato, per Perugia, torni ad essere un elemento distintivo, riconosciuto e con una progettualità capace di restituirgli il valore che merita, anche, e soprattutto – conclude Ferdinandi – in termini di sviluppo e buona occupazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*